Smart cities a sud

0

LE CITTA’ DEL FUTURO SARANNO COME NOI LE VOGLIAMO

Qualcuno è ancora scettico, qualcun altro ha capito pienamente l’importanza di una strategia smart city italiana,  il dato certo è che esiste una volontà  mondiale perché le città diventino laboratorio urbano permanente di innovazione.

Se ne parlerà a Cosenza il 19 e 20 Ottobre allincontro , intitolato“SMARTDAYS 2015. Agenda Urbana, Smart City e opportunità per il Mezzogiorno, che avviene proprio dopo la presentazione dell’ultima indagine Icity Rate sulle Smart citiesL’incontro vedrà protagonisti amministratori delle città del mezzogiorno, 

Peppino Vallone Presidente ANCI Calabria , ma anche Sindaco di Crotone una città ultima in graduatoria 

i due Sindaci 

Mario Occhiuto Sindaco di Cosenza e padrone di casa 

Antonio Decaro Sindaco di Bari Delegato ANCI su Mezzogiorno.

Cosa hanno in comune le due amministrazioni di Bari e CosenzaHanno ospitato il Progetto Resnovae il progetto europeo di ricerca più grande cofinanziato dal MIUR PON R&C e che ha favorito lo sviluppo di parternariati orizzontali tra grandi multinazionali, poli universitari e amministrazioni locali

Il pomeriggio del 19 Ottobre è studiato soprattutto per i progettisti e ricercatori, i giovani imprenditori e associazioni no profit che desiderino comprendere meglio le opportunità che le città del Sud hanno a disposizione e che spesso ahimè non vengono colte.

E’ infatti prevista una sessione tecnica proprio a cura del Dottor Francesco Monaco di IFEL relativa al quadro delle opportunità della politica di coesione territoriale.

L’IFEL Istituto per la Finanza e l’Economia Locale è una Fondazione istituita nel 2006 dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) che porta avanti il ruolo di ente deputato ad assistere i Comuni in materia di finanza ed economia locale. Oltre a divenire la tecno-struttura di riferimento per la raccolta sistematica, l’elaborazione e la diffusione dei dati relativi ai tributi, si afferma sempre più come autorevole ente di ricerca che produce studi, analisi e proposte di innovazione normativa atte a soddisfare le istanze dei Comuni e dei cittadini e   progetti di formazione destinati al personale comunale e servizi di informazione verso il largo pubblico.

Seguirà un utilissimo intervento per gli operatori interessati all’europrogettazione  proprio relativamente a

I programmi a gestione diretta dell’UE relazionerà Mario Battello di TECLA EUROPA 

TECLA è un’associazione di enti locali e riconosciuta come una Public Equivalent Body  ai sensi della direttiva comunitaria 2004/18 fondata nel 1993, con uffici operativi a Roma e Bruxelles. TECLA nasce per rispondere all’esigenza avvertita da istituzioni locali di migliorare la partecipazione ai fondi direttamente gestiti dalla Commissione europea o per essa delegate alle Agenzie o ai Segretariati Tecnici e di cooperazione territoriale. Le relazioni tecniche proseguiranno con l’intervento sulle zone franche urbane nel Mezzogiorno – Nicola Buonfiglio del Ministero Sviluppo Economic. Le zone franco urbane sono aree infra- comunali di dimensione minima prestabilita dove si concentrano programmi di defiscalizzazione per la creazione di piccole e micro imprese. Obiettivo prioritario delle ZFU è favorire lo sviluppo economico e sociale di quartieri ed aree urbane caratterizzate da disagio sociale, economico e occupazionale, e con potenzialità di sviluppo inespresse.

Infine per chiudere in bellezza questa prima parte direttamente dalla Cina sarò presente 

Yi Zhang Executive Chairman della Europe-China Culture&Economy Commission per illustrarci il percorso di cooperazione italo cinese che peraltro negli ultimi anni si è rafforzato anche grazie alla manifestazione China-Italy Innovation forum che promuove la collaborazione nel settore scientifico e tecnologico.

I lavori procedono nel pomeriggio del 19 con la Tavola rotonda moderata dal giornalista de il Sole24orecon Paolo Praticò – Autorità di gestione POR Regione CalabriaLuigino Filice, UNICALAlessandro BianchiRettore di Unipegaso che interverrà in qualità di consigliere SVIMEZ, istituto di studi sociali ed economici sul mezzogiorno;  Giuseppe Guerrini – Agenzia della coesione territoriale Micaela Fanelli, coordinamento Coter UE 

I lavori proseguono alle 9.30 del giorno successivo 20 Ottobre, il giro di boa è ricco di storie e testimonianze aziendali ma è anche occasione di confronto e rafforzamento della smart community che si sta costruendo in Italia

Partecipano agli incontri: Mario Occhiuto (Sindaco Cosenza), Antonio De Caro (Sindaco Bari), Mario Oliverio (Presidente Regione Calabria), Yi Zhang (EUCNC), Francesco Monaco (IFEL), Luigino Filice (UNICAL), Alessandro Bianchi (SVIMEZ), Micaela Fanelli (COTER-UE), Nicola Bianchi (MIUR), Mauro Annunziato (ENEA), Natale Caridi (ENEL), Carlo Mastroianni(Eco4cloud), Milly Tucci (Istituto Piepoli), Massimo Cugusi (ENAM/Smart City Tour), Stefano Banini (CUEIM), e molti altri

Stefano Banini di CUEIM, Consorzio universitario che ha accompagnato la fase di trasferimento dei risultati di ricerca di Res Novae in innovazioni per la città di Cosenza,  ha dichiarato: <<l’occasione di incontro dei due gruppi di lavoro Resnovae Bari e Resnovae Cosenza è occasione di scambio di buone pratiche e contaminazione tra due progetti di ricerca che viaggiano insieme e che interessano smart home e smart street.>>

Il Sindaco di Cosenza Mario Occhiuto a riguardo ha espresso grande interesse per gli intellettuali, economisti e figure politiche istituzionali di alto profilo che partecipano alla due giorni e voglia di migliorare la capacità progettuale della città del sud. In particolare l’amministrazione comunale e provinciale faranno gli onori di casa per i vari e prestigiosi attori quali IFEL, ANCI, CUEIM, Laboratorio Urbano Smart City Cosenza, Università della Calabria, Enel, Enea, Cnr e la presenza di istituzioni fondamentali per l’internazionalizzazione delle città:  Massimo Cugusi il segretario generale di  Amerigo, associazione che riunisce gli alumni italiani dei Programmi di scambi culturali internazionali promossi, nelle loro varie articolazioni, dal Dipartimento di Stato USA (Bureau of Educational and Cultural AffairsMr William Yi Zhang Executive Chairman della Europe-China Culture&Economy Commission  discuteranno e si interrogheranno sulle nuove possibilità offerte dalla programmazione regionale, nazionale ede europea, ma anche su come le città potranno attrarre investimenti privati e usufruire dei benefici offerti da quest’ultima e su cosa potranno realizzare con tali fondi.

Opinione diffusa anche tra gli altri partecipanti alla giornata e in particolare la Dottoressa Milly Tucci di Istituto Piepoli esperta di innovazione e smart cities ha dichiarato: ”Le città del Sud hann ograndi difficoltà e problemi aperti da risolvere. Quanti di questi problemi potranno essere risolti nei prossimi 10 anni? Puntiamo a risolverne almeno 7.

-spazi di aggregazione e coprogettazione per i giovani

-riduzione inquinamento ambientale 

– miglioramento tempi medi di spostamento all’interno della città

– connessione e competenze digitali

-opendata e trasparenza

– nascita di nuove imprese e attrazione di investimenti internazionali, obiettivi realizzabili solo conquistando credibilità e professionalità su questi temi attrarremo l’interesse di investitori internazionali.

– rafforzamento del tessuto sociale e della collaborazione perchè smart city è smart community

Il lavoro svolto da ICITY RATE dopo un lungo lavoro sui parametri internazionali  fa una ulteriore distinzione tra indicatori legati ai servizi standard che l’amministrazione è tenuta a erogare e indicatori legati ai servizi piu avanzati. Questa graduatoria vede le città del Sud ultime per gli aspetti standard evidenziando quindi carenze nei servizi minimi ossia vivibilità, accessibilità, qualità ambientale, competitività, capitale umano e partecipazione oltre che nei servizi più avanzati. Ma non dobbiamo ignorare i segni positivi che arrivano dalle città del Sud: Cosenza sta cambiando volto e anche Bari sta investendo moltonella mobilità sostenibile e nella riqualificazione del centro storico e nel progetto di ricerca Resnovae il più grande progetto di ricerca europeo finanziato a Bari e Cosenza dal Miur e cofinanziato da industrie di primo livello come Enel. La nuova amministrazione di Reggio sta lavorando con coraggio al sistema metropolitano di mobilità (sostenibile e inclusivo) all’ agenda digitale  e open data.

Il giorno dopo la presentazione dello studio Il Sole24 ore di ieri hacommentato con un titolo “le città d’ Italia a due velocità”La manifestazione in programma a Cosenza è quindi un’occasione di fare il punto sulla situazione delle città e approfondire i 3 temi chiave in un momento in cui le energie vanno indirizzate oltre le graduatorie.: “Agenda Urbana, Smart City e opportunità per il mezzogiorno”.

Hashtag #smartdays2015

Per registrarsi info@smartcitycosenza.it

Per il 19-20 di Ottobre è previsto un servizio navetta da e per il Castello Normanno – Svevo con partenza dal piazzale del Comune di Cosenza(Piazza dei Bruzi ) Servizio offerto da AMACO.

Info sull’evento 

https://www.facebook.com/events/988338291229799/

Link al progetto Resnovae 

http://resnovae-unical.it/agenda-urbana-smart-city-e-opportunita-per-il-mezzogiorno/

rtunita-per-il-mezzogiorno/

CONDIVIDI

Profilo Autore

Caterina Della Torre

Redattrice ed esperta di marketing e PR; proprietaria di www.dols.net di cui è direttore editoriale e general manger nonché di questo nuovo dols.it. Nata a Bari nel 1958, sposata con una una figlia. Linguista, laureata in russo e inglese, passata al marketing ed alla comunicazione. Dopo cinque anni in Armando Testa, dove seguiva i mercati dell’Est Europa per il new business e dopo una breve esperienza in un network interazionale di pubblicità, ha iniziato a lavorare su Internet. Dopo una breve conoscenza di Webgrrls Italy, passa nel 1998 a progettare con tre socie il sito delle donne on line, dedicato a quello che le donne volevano incontrare su Internet e non trovavano ancora. L’esperienza di dol’s le ha permesso di coniugare la sua esperienza di marketing, comunicazione ed anche l’aspetto linguistico (conosce l’inglese, il russo, il tedesco, il francese, lo spagnolo e altre lingue minori :) ). Specializzata in pubbliche relazioni e marketing della comunicazione, si occupa di lavoro (con uno sguardo all’imprenditoria e al diritto del lavoro), solidarietà, formazione (è stata docente di webmarketing per IFOA, Galdus e Talete). Organizzatrice di eventi indirizzati ad un pubblico femminile, da più di 10 anni si occupa di pari opportunità. Redattrice e content manager per dol’s, ha scritto molti degli articoli pubblicati su www.dols.it.

Lascia un commento


7 − uno =