TRE, DUE, UNO ….. FILOSOFIA IN AZIENDA!

0

Sì, avete letto bene: la filosofia in azienda.
La prima cosa da fare è accantonare l’idea di una filosofia accademica in cui un docente trasmette nozioni e racconta il pensiero altrui e adottare un approccio diverso, in cui il nostro pensiero e il nostro senso della vita assumono una forte centralità.

di Sara Ferro

La pratica filosofica è fra le più antiche al mondo, risale all’epoca di Socrate il quale interrogava i suoi cittadini sulle varie tematiche della vita proprio per cercare di dare un senso alla stessa: perché non portare questo stesso approccio all’interno di un’azienda? Allenare lo spirito critico delle persone è un esercizio costruttivo all’interno di qualsiasi organizzazione e può accompagnare le persone in un percorso di cambiamento nel quale esse stesse diventano parte attiva.
Questo passaggio è fondamentale per innovare (dal latino in nova agere, “mettere in azione idee nuove”).
In un mondo pervaso dalla tecnologia si sente sempre più la necessità di figure professionali caratterizzate da un approccio “out of the box”, da un pensiero laterale in grado di reinventare o rivedere il DNA aziendale: scopo della filosofia in azienda è quello di cambiare la prospettiva da cui osservare le sue dinamiche.
Tutto parte delle domande che noi poniamo a noi stessi e agli altri; ed è proprio attraverso l’arte del domandare che le idee diventano più chiare e di conseguenza è facilitato l’agire in condizioni di incertezza.

E’ assodato che l’incertezza genera paura e quindi immobilismo, ma allo stesso tempo chi non cambia è già “morto”.
Cosa significa concretamente lavorare con un approccio filosofico all’interno di un’organizzazione?

In sintesi significa:
porre domande quando tutto sembra chiaro
definire quando tutto sembra evidente
passare dalla comunicazione al dialogo
essere creativi in un ambiente standardizzato

La società fluida in cui viviamo sta rivoluzionando le nostre vite e mettendo in crisi le nostre certezze.
Proprio per questo bisogna anteporre:
le domande alle cifre
il dialogo al discorso
l’invisibile al visibile
la fiducia alla sicurezza

Solo così, partendo dal mondo di oggi, si può creare il mondo di domani.
Certamente le competenze filosofiche sono strettamente collegate alle Soft Skill oggi richieste a gran voce dal mercato del lavoro: la pratica filosofica aumenta le nostre capacità di ascolto, negoziazione, argomentazione, problem solving (non esistono problemi insuperabili ma solo opportunità da cogliere, perché non c’è mai nulla di finito).
Perché noi assistenti di direzione non dovremmo aspirare ad essere l’Aristotele di Alessandro Magno, il Seneca di Nerone o il Machiavelli di Lorenzo il Magnifico?

Forse, in quest’ultima affermazione, sono andata un po’ fuori dalle righe, ma la filosofia ci aiuta a sognare, a capire che tutti noi abbiamo bisogno di sognare per dare un senso alla nostra vita, alla nostra professione e cercare di fare sempre del nostro meglio costruendo il nostro sogno giorno per giorno.
Quanto raccontato qui sopra, altro non è che l’inizio di una nuova avventura che sto portando avanti con Secretary.it (la più importante community dedicata alle assistenti di direzione in Italia) che ha creduto in questo mio percorso, incentivandomi e soprattutto raccogliendo l’idea di realizzare dei laboratori filosofici con assistenti di direzione.
Attraverso le pratiche filosofiche rendiamo la filosofia una bussola per il nostro lavoro quotidiano.

CONDIVIDI

Profilo Autore

Dols

Dols è sempre stato uno spazio per dialogare tra donne, ultimamente anche tra uomini e donne. Infatti da qualche anno alla voce delle collaboratrici si è unita anche quella degli omologhi maschi e ciò è servito e non rinchiudere le nostre conoscenze in un recinto chiuso. Quindi sotto la voce dols (la redazione di dols) troverete anche la mano e la voce degli uomini che collaborando con noi ci aiuterà a non essere autoreferenziali e ad aprire la nostra conoscenza di un mondo che è sempre più www, cioè women wide windows. I nomi delle collaboratrici e collaboratori non facenti parte della redazione sono evidenziati a fianco del titolo dell’articolo, così come il nome di colei e colui che ci ha inviato la segnalazione. La Redazione

Lascia un commento


4 − = due