Curiamo l’arte contemporanea

0

L’arte grande risorsa italiana va custodita e curata. Ma i curatori chi sono? Di cosa si occupano? E come lo fanno?Abbiamo intervistato Lisa Parola che sin da piccola, come racconta, si è occupata di arte contemporanea.

Laureata in Storia dell’Arte Moderna all’Università di Torino. È coautrice di varie pubblicazioni e lavori di ricerca, in particolare sui temi legati di politica culturale, del sistema dell’arte e del territorio. È membro fondatore del progetto curatoriale indipendente a.titolo (www.atitolo.it ). Tra il 2007 e il 2014 ha insegnato al Master in Management, Marketing e Multimedia dei beni e delle attività culturali al Corep (Politecnico, Torino). Ha collaborato al quotidiano “La Stampa” come giornalista d’arte contemporanea fino al 2010. Nel 2013 è stata nominata mediatrice culturale per Matera Capitale europea della cultura dove ha svolto attività di pianificazione e programmazione. Dal 2016 al 2019 è stata direttrice del programma artistico della Fondazione Sardi per l’Arte (www.fondazionesardiarte.org ) e ha collaborato con artisti quali Fatma Bucak, Giuseppe Gabellone, Jorge Macchi, importanti istituzioni come l’Università di Torino, la Fondazione Merz, la Gam Palermo e spazi indipendenti come il progetto Quartz (www.quartzstudio.net ).
Per il centenario della nascita di Carol Rama, ad Artissima Fair 2018, è stata coordinatrice di “Carol Rama_100 anni di seduzione”, un progetto speciale dedicato all’ artista: la presentazione di una serie d’importanti opere – alcune delle mai mostrati prima-, tutte provenienti dalla collezione del poeta Edoardo Sanguineti e recentemente acquisite dalla fondazione torinese.
Attualmente sta collaborando con la Fondazione Merz e l’Università di Torino in un programma formativo che propone l’arte contemporanea in ambito educativo e sociale.

Lisa lavora come curatrice d’arte da più di 20 anni. Ci racconta come in questo periodo la professione si è evoluta ed è molto cambiata e come sia oggi più vicina a quella del producer.

CONDIVIDI

Profilo Autore

Caterina Della Torre

Proprietaria di www.dols.it di cui è direttore editoriale e general manger Nata a Bari nel 1958, sposata con una una figlia. Linguista, laureata in russo e inglese, passata al marketing ed alla comunicazione. Dopo cinque anni in Armando Testa, dove seguiva i mercati dell’Est Europa per il new business e dopo una breve esperienza in un network interazionale di pubblicità, ha iniziato a lavorare su Internet. Dopo una breve conoscenza di Webgrrls Italy, passa nel 1998 a progettare con tre socie il sito delle donne on line, dedicato a quello che le donne volevano incontrare su Internet e non trovavano ancora. L’esperienza di dol’s le ha permesso di coniugare la sua esperienza di marketing, comunicazione ed anche l’aspetto linguistico (conosce l’inglese, il russo, il tedesco, il francese, lo spagnolo e altre lingue minori :) ). Specializzata in pubbliche relazioni e marketing della comunicazione, si occupa di lavoro (con uno sguardo all’imprenditoria e al diritto del lavoro), solidarietà, formazione (è stata docente di webmarketing per IFOA, Galdus e Talete). Organizzatrice di eventi indirizzati ad un pubblico femminile, da più di 10 anni si occupa di pari opportunità. Redattrice e content manager per dol’s, ha scritto molti degli articoli pubblicati su www.dols.it.

Lascia un commento


7 − = quattro