Borderline di Valentina Colombani

0

Appena terminato questo piccolo romanzo angosciante. Ma non troppo.

borderline-hpAngosciante ma non troppo. Si tratta di una ricerca asfissiante per colmare la solitudine. Solitudine che da da terreno di coltura per la follia.
Scritto usando delle parole attinte da un cesto di termini speciali, si legge, e si ha paura.
Una vita allo sbando.
Le classiche demoniache conseguenze della mancanza d’affetto.
La tendenza a vendersi, a sabotarsi, a mettersi in pericolo.
L’orgasmo feroce di vedersi ad un passo dalla morte con la bocca turata per non poter chiedere aiuto.
Quella sanguinosa pulsione a porsi nel tedio, nella sofferenza.
Il piacere di infliggere dolore, di mettersi in condizione da non poter risalire neanche volendo.

Voto 9.

CONDIVIDI

Profilo Autore

Gina Sorace

Gina Sorace nata a Bari nel 1980, si laurea a 22 anni in giurisprudenza per poi proseguire con studi classici ed ingegnieristici. Parla fluentemente 17 lingue e il suo sogno è conseguire la laurea in scienze religiose. Vive per leggere e anche un po’ il contrario. Ha scritto 4 libri

Lascia un commento


8 − = quattro