Viaggiare con amore

2

Silvia Ceriegi, classe ’79, pisana doc, vive da sempre a Vecchiano. Dopo la laurea in  chimica industriale e dopo anni e anni di precariato, ha il sognato (ma noioso) “posto fisso sotto casa”: si occupa di ambiente nella pubblica amministrazione. Sposata dal 2010 è diventata  madre del piccolo Marco nel 2011. La gravidenza  le porta consiglio e durante la” gestazione” crea ”Trippando’

Come è nata l’idea? Ce ne parli? Come è nato e perchè?
L’idea di Trippando è nata di getto. Al settimo mese di gravidanza, costretta in casa e seduta causa gran caldo, avevo già programmato le vacanze per i  cent’anni a venire. Non sapendo più che altro fare, mi si è accesa la lampadina: perchè, anziché organizzare e pianificare viaggi che chissà se  e quando farò non inizio a raccontare quelli che ho già fatto? Col marito ingegnere elettronico, dall’idea alla messa online di Trippando sono trascorse poco più di 24 ore. Trippando è nato dalla mia enorme passione per i viaggi. Più che una passione, quasi una dipendenza. Non riesco a far a meno di viaggiare. E, anche quando sono in giro per la mia città, i miei occhi sono come quelli di un viaggiatore o di un bambino che deve scoprire ancora tutto.

Hai un blog Trippando?
Come quando farò non inizio a raccontare quelli che ho già fatto? Col marito ingegnere elettronico, dall’idea alla messa online di Trippando sono trascorse poco più di 24 ore. Trippando è nato dalla mia enorme passione per i viaggi. Più che una passione, quasi una dipendenza. Non riesco a far a meno di viaggiare. E, anche quando sono in giro per la mia città, i miei occhi sono come quelli di un viaggiatore o di un bambino che deve scoprire ancora tutto.

Le donne grandi viaggiatrici? Ma non lo erano maggiormente gli uomini?
Cosa piace maggiormente alle donne nei viaggi?
Ci sono donne che si lasciano trasportare. Che seguono i genitori prima e i mariti poi. Ma quelle sono donne di altri tempi. Ora le ragazze viaggiano da sole -io ho iniziato in terza liceo- e quando diventano donne organizzano e pianificano le vacanze per la famiglia. E magari anche per gli amici. Gli uomini, d’altro canto, sono sempre più presi dal lavoro e avere accanto una compagna che pensa alla gestione del tempo libero è cosa ben gradita. Cosa piace alle donne in generale non so. Quello che io apprezzo di più dei viaggi è la libertà. Il poter scegliere quando, come e dove. Ovviamente con un budget da rispettare.

Cultura, mete possibili con i bambini?
I bambini sono una “scusa” per viaggiare, un pretesto: il genitore sedentario li porterà al mare a 20km da casa un mese l’anno finchè non raggiungeranno la maggiore età. Quelli, come i miei, gironi, hanno visitato in lungo ed in largo l’Europa “per farla vedere alla bimba” -che sarei io. Essendo stata quella la mia scuola, penso che mio figlio di mondo ne vedrà parecchio!

Mete per single?
Dipende dal single. Single in cerca di non esserlo più: villaggio vacanze specializzato in single: credo sia l’ideale per socializzare. Single che vuol vedere il mondo: da solo o con un viaggio organizzato ogni meta è buona. Io, in questo modo, ho fatto tantissime amicizie

Cosa fa la differenza nei viaggi? Servizio, amici,o..
Come ho già detto, per me viaggio è sinonimo di libertà. Quindi la differenza in un viaggio la fa poter scegliere dove fermarsi, quanto fermarsi. Se un’attrazione poco caldeggiata sulle guide turistiche a me piace, voglio avere la libertà di trascorrerci una giornata. Ovviamente, ci vuole la massima complicità e affinità con le persone con cui si viaggia.

Trippando è un blog di viaggi o emozioni?
Entrambe: perchè non c’è viaggio senza emozione.

Pensi di poterlo far diventare un punto di riferimento per le donne  viaggiatrici?
Lo spero e per questo mi impegno al massimo. In particolare, vorrei che diventasse un riferimento per le mamme. Magari per quelle un po’ reticenti a viaggiare con i bambini. A poroposito, insieme ad altre cinque mamme blogger , ho fondato “Il Circolo delle Mamme Viaggiatrici”: un luogo virtuale dove ci riuniamo e scriviamo dei viaggi con i nostri figli.

CONDIVIDI

Profilo Autore

Dols

Dols è sempre stato uno spazio per dialogare tra donne, ultimamente anche tra uomini e donne. Infatti da qualche anno alla voce delle collaboratrici si è unita anche quella degli omologhi maschi e ciò è servito e non rinchiudere le nostre conoscenze in un recinto chiuso. Quindi sotto la voce dols (la redazione di dols) troverete anche la mano e la voce degli uomini che collaborando con noi ci aiuterà a non essere autoreferenziali e ad aprire la nostra conoscenza di un mondo che è sempre più www, cioè women wide windows. I nomi delle collaboratrici e collaboratori non facenti parte della redazione sono evidenziati a fianco del titolo dell’articolo, così come il nome di colei e colui che ci ha inviato la segnalazione. La Redazione

2 commenti

  1. La mia mamma viaggiatrice preferita invade il web!!!
    Vai Silvia, riempili della tua gioiosa e contagiosa energia!!!
    Evviva il circolo delle mamme viaggiatrici.
    Pace e bene…

  2. Pingback: I miei articoli su altri blog « trippando

Lascia un commento


cinque + = 8