Angelo Morbelli, un maestro del Divisionismo

0

 

I cento anni dalla scomparsa di Angelo Morbelli sono stati il pretesto perché Milano gli rendesse omaggio con una mostra, “Angelo Morbelli 1853-1919”, recentemente inaugurata alla Gam (Galleria d’Arte Moderna) di Milano.

di Flavia Capudi Schenone

Piemontese di nascita, ma milanese d’adozione, l’artista ancora relativamente poco conosciuto, si può considerare un grande maestro del Divisionismo e della pittura lombarda a cavallo tra due secoli.
Il percorso della mostra è scandito da sei sezioni che si snodano lungo le sale del piano terra di Villa Reale (recentemente restaurate nelle decorazioni, nei pavimenti e con un nuovo impianto di illuminazione), ciascuna delle quali si propone di documentare gli aspetti più importanti della produzione dell’artista, quali la sperimentazione tecnica e l’elaborazione di alcune tematiche specifiche.
Si inizia dal periodo in cui Morbelli si trasferisce da Alessandria a Milano dove frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera. Qui si iscrive alla Scuola di Elementi di Figura e in seguito a quella di Prospettiva, Nudo, Pittura e Paesaggio. Qui comincia anche a esporre e il “Goethe morente” del 1880 lo rende noto al grande pubblico.
Il suo interesse verso l’interpretazione della realtà lo porta poi a rappresentare il tema della vecchiaia prendendo spunto dagli anziani ricoverati alla Baggina, il Pio Albergo Trivulzio. In seguito, ispirandosi alla moglie che gli aveva dato quattro figli, inizia a dipingere opere sul tema della maternità, per passare poi a quello del paesaggio. Intanto, la sua tecnica inizia progressivamente ad adottare la scomposizione dei colori fino ad abbracciare il Divisionismo.
Il percorso è completato da alcune opere di confronto tra l’artista e alcuni suoi contemporanei come Giuseppe Pellizza da Volpedo, Medardo Rosso, Vittore Grubicy.

“Morbelli 1853 – 1910”
Gam Galleria d’Arte Moderna di Milano – Via Palestro 16, Milano
15 marzo – 16 giugno 2019
A cura di Paola Zatti
Orari: martedì-domenica h. 9.00 – 17.30
Biglietti: (incluso nel biglietto d’ingresso al museo) intero 5€/ridotto 3€
Info: 02 88445943; www.gam-Milano.com
Catalogo: Silvana Editoriale

CONDIVIDI

Profilo Autore

Dols

Dols è sempre stato uno spazio per dialogare tra donne, ultimamente anche tra uomini e donne. Infatti da qualche anno alla voce delle collaboratrici si è unita anche quella degli omologhi maschi e ciò è servito e non rinchiudere le nostre conoscenze in un recinto chiuso. Quindi sotto la voce dols (la redazione di dols) troverete anche la mano e la voce degli uomini che collaborando con noi ci aiuterà a non essere autoreferenziali e ad aprire la nostra conoscenza di un mondo che è sempre più www, cioè women wide windows. I nomi delle collaboratrici e collaboratori non facenti parte della redazione sono evidenziati a fianco del titolo dell’articolo, così come il nome di colei e colui che ci ha inviato la segnalazione. La Redazione

Lascia un commento


tre + 3 =