Carnevale di Viareggio dedicato alle donne

0

 Il Carnevale di Viareggio 2019, svoltosi dal 9 febbraio al 5 marzo. Carnevale dedicato alle Donne.

di Maria Stefania Carraresi

 

Il Carnevale di Viareggio 2019, supportato anche dal costante bel tempo, ha registrato quest’anno il record assoluto di incassi e di presenze. Lo spettacolo è sempre straordinario, mai deludenti i bellissimi carri allegorici costruiti dai nostri indiscussi maestri della cartapesta. Oltre alle sfilate sui viali a mare (tre in notturna e tre in diurna), alle popolatissime feste rionali nei fine settimana, i veglioni in maschera e le feste per i bambini, numerosi sono stati gli eventi collaterali durante questo Carnevale dedicato alle Donne: mostre di artiste del territorio, pomeriggi con musiciste e soprani, convegno nazionale (organizzato dalla giornalista Ilaria Bonuccelli, capo-redattore di testata regionale) “Con la violenza di genere non si scherza” con relatrici: giuriste della Scuola Sant’Anna di Pisa, una Magistrata, l’ideatrice del Codice Rosa Vittoria Doretti (a cui è stato riconosciuto un premio), e con la testimonianza di una donna vittima di violenza, scampata a un femminicidio.

Una giornata di studi e di confronto con l’obiettivo di giungere ad una “Carta di Viareggio” che intende anche aggiungere una proposta di riforma del Codice Penale che preveda l’inserimento tra i Delitti alla Persona di un Capo dedicato espressamente ai delitti di discriminazione basati sul genere della vittima. Si tratta di un progetto avviato dall’Associazione dei Professori di diritto penale italiani e che coinvolge anche un giudice della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. Progetto condiviso anche dalla Fondazione Kennedy, che ha un consolidato rapporto con Viareggio, e che principalmente si occupa di Diritti Umani.
Il tutto arricchito dal MANIFESTO che ha creato l’artista Giorgio Michetti (106 anni), come immagine simbolo della giornata del 17 febbraio (con la sfilata dedicata alle Donne, con il simbolico lancio di coriandoli arancioni), su cui ha “impresso” le parole selezionate da Cecilia Robustelli, una delle più importanti esperte di linguaggio di genere in Italia. Manifesto in formato digitale, scaricabile dal sito della Fondazione (www.ilcarnevale.com), al costo di 1euro, il cui ricavato è destinato a creare un fondo per l’assistenza legale gratuita, anche in sede civile, delle donne vittime di violenza.
Tra i vari eventi, anche un incontro con Helena Janeczek, premio strega 2018 per “La ragazza con la Leica”
Tornando allo spettacolo dei carri allegorici, che quest’anno hanno proposto una minima satira politica, i temi maggiormente trattati sono stati quelli della Donna, rappresentante di giustizia, libertà, arte e progresso, e dell’Ambiente così maltrattato dall’uomo e bisognoso di un rapido cambiamento di rotta

CONDIVIDI

Profilo Autore

Dols

Dols è sempre stato uno spazio per dialogare tra donne, ultimamente anche tra uomini e donne. Infatti da qualche anno alla voce delle collaboratrici si è unita anche quella degli omologhi maschi e ciò è servito e non rinchiudere le nostre conoscenze in un recinto chiuso. Quindi sotto la voce dols (la redazione di dols) troverete anche la mano e la voce degli uomini che collaborando con noi ci aiuterà a non essere autoreferenziali e ad aprire la nostra conoscenza di un mondo che è sempre più www, cioè women wide windows. I nomi delle collaboratrici e collaboratori non facenti parte della redazione sono evidenziati a fianco del titolo dell’articolo, così come il nome di colei e colui che ci ha inviato la segnalazione. La Redazione

Lascia un commento


− uno = 1