Nature morte in mostra

0

Opere della Collezione Geo Poletti nell’Appartamento dei Principi di Palazzo Reale

di Flavia Capudi Schenone

Mostra Le Nature Morte di Geo Poletti. Una Collezione Milanese, a cura dell’Associazione MuseoCity, Paolo Biscottini e ‪Annalisa‬ Zanni che si inseriva nell’ambito di Milano MuseoCity (la tre giorni di visite a gallerie, musei d’arte, di storia, case musei, case d’artista, archivi… che ha avuto luogo dall’1 al 3 marzo scorso) sarà visitabile nelle sale dell’Appartamento dei Principi fino al 24 marzo 2019.
Geo Poletti (1926-2012) era un milanese di buona famiglia con la passione per l’arte e il collezionismo; pittore lui stesso, ha dedicato allo studio e alla pittura la propria esistenza. Complice la moglie Giulia Fiocchi, nel corso della sua vita ha raccolto preziose tele raffiguranti nature morte, prevalentemente del Sei-Settecento.

La sua collezione, una chicca finora sconosciuta ai più, è per la prima volta presentata al pubblico. Ora in mostra, un corpus di 25 opere attraverso le quali ci si inoltra in un viaggio affascinante che conduce il visitatore a conoscere non solo queste nature morte – il Vaso con fiori e composizioni di frutta di Bernardo Strozzi è forse il capolavoro della collezione – ma anche la figura umana e intellettuale di Geo Poletti. Infatti, nelle ultime due sale sono esposti dei suoi lavori, alcuni dei quali sono copie dei pittori barocchi che l’avevano sedotto.

“Le Nature Morte di Geo Poletti. Una collezione milanese”
Palazzo Reale – Appartamento dei Principi – Milano
A cura di: Associazione MuseoCity, Paolo Biscottini e Annalisa Zanni
Dal 1/03 al 24/03/2019�Ingresso: gratuito�Orari: lunedì 14.30-19.30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30-19.30; giovedì e sabato 9.30-22.30
Info: www.palazzoreale.it

CONDIVIDI

Profilo Autore

Dols

Dols è sempre stato uno spazio per dialogare tra donne, ultimamente anche tra uomini e donne. Infatti da qualche anno alla voce delle collaboratrici si è unita anche quella degli omologhi maschi e ciò è servito e non rinchiudere le nostre conoscenze in un recinto chiuso. Quindi sotto la voce dols (la redazione di dols) troverete anche la mano e la voce degli uomini che collaborando con noi ci aiuterà a non essere autoreferenziali e ad aprire la nostra conoscenza di un mondo che è sempre più www, cioè women wide windows. I nomi delle collaboratrici e collaboratori non facenti parte della redazione sono evidenziati a fianco del titolo dell’articolo, così come il nome di colei e colui che ci ha inviato la segnalazione. La Redazione

Lascia un commento


+ uno = 9