La colazione il momento più importante della giornata

0

Anno nuovo vita nuova, iniziamolo nel modo migliore possibile con una buona azione nei confronti del nostro organismo, facciamo una colazione adeguata!

Quando valuto le abitudini alimentari dei miei pazienti spesso noto che la colazione è una abitudine poco rappresentata nella loro vita. I motivi addotti sono diversi, in genere la mancanza di tempo, il fatto di dover correre a prendere il treno per recarsi al lavoro, il doversi alzare troppo presto e di conseguenza non avere voglia di sedersi e mangiare nulla, semmai solo un caffè “per svegliarsi “ oppure “per avere un po’ più di energia”. Questo è un primo errore, il caffè in realtà non dà energia, ma può anche sottrarla, soprattutto se consumato da solo. Quello che dà energia al nostro corpo è invece una dose corretta di carboidrati, compresi gli zuccheri semplici, che sono quello che serve ai nostri muscoli e cervello proprio al risveglio per poter supportare l’inizio delle attività quotidiane, ma non solo: l’acqua e quindi una corretta idratazione che proprio dovrebbe iniziare al risveglio è un altro potente alleato, infatti quando ci si sveglia l’organismo è disidratato e creme-budwigquindi ha necessità di un reintegro dei liquidi persi durante la notte. Il caffè da solo senza una adeguata idratazione accentua questa disidratazione e la disidratazione accentua la sensazione di stanchezza e svogliatezza che spesso è nostra compagna al mattino.
Quindi per iniziare con il piede giusto la giornata occorre avere il tempo di fare una colazione. A questo punto sorge la domanda su quale tipo di colazione far cadere la nostra scelta.
Ho visto molti suggerimenti, anche provenienti da diete bizzarre, in cui si suggeriva questo o quell’alimento o un mix che poteva sembrare più un pasto molto articolato piuttosto che un insieme energetico per favorire l’inizio di giornata. Qualcuno mi ha detto che a colazione consumava piatti particolari come ad esempio un piatto di pasta. Tecnicamente la pasta è un carboidrato quindi fonte di energia giusta per il nostro organismo, ma volendo scendere con i piedi per terra e alla luce delle nostre giornate che in genere non hanno molto tempo da dedicare al cibo soprattutto alla mattina è meglio orientarsi verso delle combinazioni alimentari che siano il più possibile veloci da preparare e gradevoli al palato. Gli Italiani prediligono le colazioni dolci, mentre in Europa del nord sono più le colazioni salate quelle consumate, vanno bene entrambe, basta non strafare e combinare bene gli alimenti, avendo l’accortezza di non lasciarsi tentare da alimenti troppo ricchi in zucchero come le brioche o paste/ dolci o biscotti di tipo industriale.

cereali-fruttauovo-pane-marmellaraLa colazione ideale dovrebbe contenere sia zuccheri semplici come la marmellata a basso contenuto di zucchero, ideale una percentuale non oltre il 30%, zuccheri complessi come pane integrale oppure fette biscottate o cereali come il muesli, una fonte proteica come latte oppure la bevanda vegetale ad esempio di soia o lo yogurt, che deve essere scelto bianco a basso contenuto di zuccheri, meglio evitare quelli con la frutta, troppo dolci. Per chi ama invece la colazione salata, può orientarsi verso l’uovo, non fritto però, oppure a qualche fetta di bresaola con del pane sempre integrale o di segale e il “famigerato” caffè oppure del tè. Per chi avesse ancora voglia di qualcosa, può anche completare la colazione con una piccola manciata di frutta secca , ricca in grassi essenziali per il corretto funzionamento delle nostre cellule.
E la frutta fresca? Meglio consumarla staccata dalla colazione, quindi come spuntino a metà mattinata.
Una colazione di questo tipo è fattibile e aiuta a iniziare bene la giornata, evita inoltre di arrivare troppo affamati e stanchi alla pausa pranzo. Alcune diete, come ad esempio la Kousmine suggeriscono a colazione la cosiddetta crema budwig, molto sostanziosa, ricca in cereali integrali, semi di lino e frutta secca macinati, banana, frutta di stagione, miele e yogurt o ricotta. La preparazione non è complessa ma richiede un po’ più di attenzione che con una colazione più semplice, questa crema costituisce il pasto fondamentale della giornata, in quanto quelli successivi sono più ridotti, in particolare quello serale, ma è un approccio dietetico che ha avuto il suo successo e ha a tutt’oggi i suoi fedeli sostenitori.
Comunque sia è importante fare colazione e scegliere con accuratezza gli alimenti, il nostro fisico ci ringrazierà.

CONDIVIDI

Profilo Autore

Elisabetta Ravera

Elisabetta Ravera medico chirurgo, specialista in nutrizione clinica e dietetica, naturopata. Ha gestito l'unità di supporto nutrizionale all'Istituto Tumori di Milano, successivamente si è dedicata alla ricerca clinica. e attualmente esercita la libera professione nell'ambito dietologico-nutrizionale a Cogoleto, nella Riviera Ligure di Ponente e a Genova. Collabora con la rivista "L'Altra Medicina" e ha un suo sito internet www.nutrizionearmonia.it.

Lascia un commento


− 6 = tre