Being Digital

0

Tecnovisionarie® 2018: “Being Digital” – Creatività, Innovazione, Tecnologia
Il premio a dieci donne di talento capaci di trasformare il futuro

Rivelazioni di talento, ingegno, genialità, intelligenza, creatività, ingegnosità, estro, fantasia, immaginazione, intuizione, ispirazione, inventiva. Sono le donne che inventano il futuro.
Milano, 11 Maggio 2018 – ‘Being Digital’ – Creatività, Innovazione, Tecnologia, è questo il tema che contraddistingue la XII edizione del Premio Internazionale Tecnovisionarie®, promosso da
Women&Technologies® – Associazione Donne e Tecnologie – attribuito ogni anno a donne che, nella loro attività professionale, hanno testimoniato di possedere visione, privilegiando l’impatto
sociale, la trasparenza nei comportamenti e l’etica.

L’empowerment femminile, ovvero il ruolo della donna nella società contemporanea dell’innovazione e della teconologia, è oggi sempre più identificato nella ricerca di uguaglianza tra uomini e donne, come miglior modo per scoprire talenti e aumentare la capacità di crescita e di progresso, fondamentale per guardare al futuro. Se sono riconosciuti progressi sul fronte dell’istruzione, dove le donne italiane tra i 25 – 64 anni con titolo di studio secondario sono il 4% in più rispetto agli uomini, il tasso di abbandono è del 5% più basso e il gap di genere tra i laureati nelle Stem (le discipline tecnico-scientifiche) è in linea con la media Ue, non si evidenzia lo stesso risultato quando si guarda al mercato del lavoro. Nonostante l’Italia abbia raggiunto il valore record a inizio anno nel tasso di occupazione femminile (49,3%), le inattive restano ancora il 51%, contro una media europea del 34%.

Istruzione e formazione rappresentano il vero motore sociale insieme ad una visione di innovazione culturale che deve necessariamente passare dall’inclusione della diversità. Studi internazionali
(Fondo Monetario Internazionale) hanno dimostrato che l’empowerment delle donne può non solo contribuire a ridurre le disuguaglianze, ma stimolare la crescita con importanti vantaggi
macroeconomici anche in termini di Prodotto interno lordo.
“Il premio Tecnovisionarie, giunto alla sua XII edizione vuole rappresentare un importante tassello di cambiamento culturale: premiare il merito, perché premiando il merito femminile, si premiano quelledonne il cui contributo al progresso economico, scientifico, culturale e sociale è fondamentale alla
crescita del Paese. Sono le ‘Tecnovisionarie’ nel settore della ricerca, dell’innovazione, dell’impresa, dei media e della cultura” – afferma Gianna Martinengo, fondatrice di Women&Tech –
“Sostenere il talento nella sua forma più ambiziosa e indipendente, significa incoraggiare giovani donne, ma più in generale anche i giovani, a promuovere idee, progetti, professionalità che
contribuiranno a costruire e plasmare il futuro e la società di domani”.

Associazione Donne e Tecnologie
Via Andrea Maria Ampère 61/A
20131 Milano
Codice Fiscale 97527380154

Scelte da un Giuria di prestigio composta da qualificati esponenti degli ambiti tematici delle diverse categorie di concorso, ecco le dieci Tecnovisionarie 2018 che saranno insignite del premio nella cornice del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, il prossimo 21 maggio a Milano:
• Categoria Digital Communities – Vania e Jessica Alessi, Secretary.it
• Categoria Sostenibilità culturale ed etica – Laura Biancalani, Direttore Generale, Andrea
Bocelli Foundation
• Categoria Robotica – Maria Chiara Carrozza, Professor of Biorobotics, Area Leader of
Neuro-Robotics – The Biorobotics Institute, Scuola Superiore Sant’Anna
• Categoria Videogames – Elisa Di Lorenzo, Co-founder & CEO, Untold Games
• Categoria Impresa 4.0 – Arianna Fontana, Presidente Confartigianato Imprese, Milano
• Categoria Fintech – Doris Messina, Open Banking Director, Gruppo Banca Sella
• Categoria Digital Customer Experience – Paola Corna Pellegrini, CEO Allianz Worldwide
Partners
• Categoria Media – Sarah Varetto, Direttore Sky TG24
• Premio speciale PA – Roberta Cocco, Assessore a Trasformazione digitale e Servizi civici,
Comune di Milano
• Premio speciale Europa – Mariya Gabriel, Digital Economy and Society, Commissioner,
European Commission
“Nell’era della digitalizzazione e dell’intelligenza artificiale, le nuove tecnologie costituiscono una leva fondamentale per permettere alle donne di entrare e rimanere nel mondo del lavoro anche attraverso nuovi modelli organizzativi, quali smartworking, co-working che consentono di raggiungere un maggiore equilibrio nella loro vita personale e professionale.

I premi speciali a due rappresentanti e protagoniste dell’innovazione e trasformazione digitale, Mariya Gabriel della Commissione Europea e Roberta Cocco del Comune di Milano, vogliono essere una testimonianza

Donne e Tecnologie: segreteria@donnetecnologie.org – 023

CONDIVIDI

Profilo Autore

Dols

Dols è sempre stato uno spazio per dialogare tra donne, ultimamente anche tra uomini e donne. Infatti da qualche anno alla voce delle collaboratrici si è unita anche quella degli omologhi maschi e ciò è servito e non rinchiudere le nostre conoscenze in un recinto chiuso. Quindi sotto la voce dols (la redazione di dols) troverete anche la mano e la voce degli uomini che collaborando con noi ci aiuterà a non essere autoreferenziali e ad aprire la nostra conoscenza di un mondo che è sempre più www, cioè women wide windows. I nomi delle collaboratrici e collaboratori non facenti parte della redazione sono evidenziati a fianco del titolo dell’articolo, così come il nome di colei e colui che ci ha inviato la segnalazione. La Redazione

Lascia un commento


quattro + = 7