Annamaria Salinari e l’Oriental design week

0

intervistedolsneroAnnamaria Salinari e l’Oriental design week

Annamaria ha studiato architettura ma per anni si è occupata di project management dedicando però la maggior parte del suo tempo libero ad attivitá di impegno sociale per il territorio. Per lei non esiste sviluppo culturale senza sviluppo economico. Nel 2008 fonda a Torino l’associazione Insectida e poi il collettivo culturale Tomato Catch Up, un collettivo “dinamico” al cui interno convergono figure di diverse professionalità a secondo del progetto che di volta in volta va a realizzare.
Da una parte l’intento di creare opportunità e dall’altra quello di sostenere le Diversità invitando le persone ad avvicinarsi positivamente ad esse attraverso progetti di arte e di design.
Nel 2011 propone a Torino “China Made in Italy”, una mostra d’arte contemporanea a cui partecipano e collaborano giovani artisti cinesi ed occidentali uniti nel mostrare “una Cina fatta in Italia” e nel contrastare i pregiudizi nei confronti dell’etichetta “Made in China”.
A Milano la mostra si tiene nel 2012 in Sarpi, noto quartiere di immigrazione cinese, e ad essa partecipano non solo artisti ma anche designer. L’esperienza ha successo e rende credibile il collettivo di Torino sul territorio tanto che l’anno dopo, in collaborazione con alcune realtà orientali e con il supporto di alcuni studi occidentali, nasce il Fuorisalone Sarpi Bridge – Oriental Design Week, un ponte tra Oriente ed Occidente, il fuorisalone novità del 2013 per contenuto, orientale e “ad oriente”, per format, più adeguato ai nostri tempi, senza sprechi e con il desiderio di dare opportunità a chi è di qualità ma opportunità non ne ha.
Nel 2014 con la velocità e caparbietà che ha sempre contraddistinto Annamaria ed il suo collettivo Tomato Catch Up nasce a Torino l’Oriental Design Week, che si terrà in prima edizione dal 30/9 al 5/10 alla Promotrice delle Belle Arti, e che desidera essere una nuova design week benchè collegata alla finestra internazionale del Fuorisalone Sarpi Bridge di Milano.
Una nuova avventura nel tentativo di creare più opportunità

 

CONDIVIDI

Profilo Autore

Caterina Della Torre

Redattrice ed esperta di marketing e PR; proprietaria di www.dols.net di cui è direttore editoriale e general manger nonché di questo nuovo dols.it. Nata a Bari nel 1958, sposata con una una figlia. Linguista, laureata in russo e inglese, passata al marketing ed alla comunicazione. Dopo cinque anni in Armando Testa, dove seguiva i mercati dell’Est Europa per il new business e dopo una breve esperienza in un network interazionale di pubblicità, ha iniziato a lavorare su Internet. Dopo una breve conoscenza di Webgrrls Italy, passa nel 1998 a progettare con tre socie il sito delle donne on line, dedicato a quello che le donne volevano incontrare su Internet e non trovavano ancora. L’esperienza di dol’s le ha permesso di coniugare la sua esperienza di marketing, comunicazione ed anche l’aspetto linguistico (conosce l’inglese, il russo, il tedesco, il francese, lo spagnolo e altre lingue minori :) ). Specializzata in pubbliche relazioni e marketing della comunicazione, si occupa di lavoro (con uno sguardo all’imprenditoria e al diritto del lavoro), solidarietà, formazione (è stata docente di webmarketing per IFOA, Galdus e Talete). Organizzatrice di eventi indirizzati ad un pubblico femminile, da più di 10 anni si occupa di pari opportunità. Redattrice e content manager per dol’s, ha scritto molti degli articoli pubblicati su www.dols.it.

Lascia un commento


5 − tre =