Quattro chiacchiere con Valeria Palumbo

0

valeria-palumbo-fotoamiche-amici16Seguiamo Valeria Palumbo da tempo, da anni, perchè oltre a essere giornalista è anche  storica delle donne e e su di queste  ha scritto numerosi saggi e libri.E’ sempre un piacere dialogare con lei ed ascoltare cosa racconta. L’avevamo già intervistata a proposito di un libro da lei scritto, ‘‘L’ora delle ragazze alfa” .

Valeria laureata in Scienze Politiche alla Sapienza di Roma, autrice di numerosi saggi sulla condizione femminile, è una delle maggiori conoscitrici della storia delle donne e dei loro diritti. Negli anni ha preso parte a decine e decine di incontri e conferenze, realizzando anche dei reading. Attualmente è è caporedattore Rcs ed è stata caporedattore centrale de L’Europeo e di Global Foreign Policy. Ha lavorato alla Gazzetta dello Sport e al Corriere della Sera.

Ha scritto testi teatrali e condotto readings, corsi e incontri a festival storici e letterari. Membro di AtGender, della Sis e della Sil, ha pubblicato nel 2003 Prestami il volto (edizioni Selene), vincitore del premio Il Paese delle donne (2006). Tra gli altri libri: Svestite da uomo (Bur); Le figlie di Lilith. Vipere, dive, dark ladies e femmes fatales. L’altra ribellione femminile (2008 Odradeck); L’ora delle Ragazze Alfa (vincitore Premio selezione Anguillara Sabazia città d’arte 2010); Piuttosto m’affogherei. Storia vertiginosa delle zitelle (Enciclopedia delle donne 2018); L’epopea delle lunatiche. Storie di astronome ribelli (Hoepli 2018); Non per me sola. Storia delle italiane attraverso i romanzi (Laterza 2020).

Abbiamo voluto reicontrarla per quattro chiacchiere aufio per farla parlare  appunto del suo ultimo lavoro  Non per me sola. Storia delle italiane attraverso i romanzi che tratta  delle opere delle nostre scrittrici – da Ada Negri a Elsa Morante, da Grazia Deledda a Luce d’Eramo, da Matilde Serao a Sibilla Aleramo e Anna Maria Ortese – offrendo  il racconto di un’epopea sotterranea: quella della battaglia durata più di un secolo per garantire alle donne italiane piena cittadinanza. Dai racconti e dai romanzi di tanta letteratura femminile, troppo spesso esclusa dal ‘canone’ e quasi dimenticata, emerge un quadro ricco e sorprendente della condizione delle donne in Italia dall’Ottocento a oggi. Le italiane, come ce le hanno raccontate i manuali di storia e gli scrittori, aderiscono quasi perfettamente agli stereotipi della cultura patriarcale dominante. Sono madri affidabili e mogli fedeli; sono pazienti e rassegnate ai tradimenti; sono forse capricciose e certo poco inclini allo studio e al lavoro; sono caste (salvo poche eccezioni rappresentate da pericolose tentatrici); mettono al centro di tutto la maternità, fino al supremo sacrificio; inseguono sogni d’amore. Ma già dall’Ottocento i romanzi e i racconti delle nostre scrittrici hanno raccontato una storia diversa: ci dicono di matrimoni di convenienza e di gravidanze non volute, di amori mai liberi e di un sesso vincolato a una morale oppressiva. Soprattutto, offrono straordinari affreschi dei tentativi disperati di conquistarsi spazi di libertà, di studiare e lavorare, di non cedere alla violenza psicologica e fisica della società tradizionale. Ieri come oggi moltissime donne non hanno accettato di essere costrette al silenzio. Questo libro restituisce finalmente la voce a molte di loro.

CONDIVIDI

Profilo Autore

Caterina Della Torre

Proprietaria di www.dols.it di cui è direttore editoriale e general manger Nata a Bari nel 1958, sposata con una una figlia. Linguista, laureata in russo e inglese, passata al marketing ed alla comunicazione. Dopo cinque anni in Armando Testa, dove seguiva i mercati dell’Est Europa per il new business e dopo una breve esperienza in un network interazionale di pubblicità, ha iniziato a lavorare su Internet. Dopo una breve conoscenza di Webgrrls Italy, passa nel 1998 a progettare con tre socie il sito delle donne on line, dedicato a quello che le donne volevano incontrare su Internet e non trovavano ancora. L’esperienza di dol’s le ha permesso di coniugare la sua esperienza di marketing, comunicazione ed anche l’aspetto linguistico (conosce l’inglese, il russo, il tedesco, il francese, lo spagnolo e altre lingue minori :) ). Specializzata in pubbliche relazioni e marketing della comunicazione, si occupa di lavoro (con uno sguardo all’imprenditoria e al diritto del lavoro), solidarietà, formazione (è stata docente di webmarketing per IFOA, Galdus e Talete). Organizzatrice di eventi indirizzati ad un pubblico femminile, da più di 10 anni si occupa di pari opportunità. Redattrice e content manager per dol’s, ha scritto molti degli articoli pubblicati su www.dols.it.

Lascia un commento


6 − cinque =