Covid e eccellenza, la vita si trasforma

0

Tra le Donne che ho intervistato mettendo in luce la eccellenza del Femminile ce ne sono alcune molto simili tra loro per carattere, talenti, indole, modo di vedere la vita e di vivere le emozioni e i valori. Altre invece sembrano molto diverse l’una dall’altra ma comunque  le accomuna il fatto di essere riuscite a mettere egregiamente la loro vita al servizio del loro talento. Donne che suonano la loro nota, insomma, e non quella di un’altra persona, quella che hanno dovuto diventare ma che non assomiglia loro per niente. Come talvolta capita.

Oggi ascoltiamo una filosofa, una manager e una cantante. La filosofa é anche una scrittrice che si é occupata di violenza contro le donne, la manager é anche una danzatrice e una operatrice olistica, la cantante é anche una insegnante di voce e una counselor ideatrice di un metodo di Counseling Vocale. Una chiacchierata con

Maria Giovanna Farina, la filosofa

 

download

Elena Oriani, la manager

EO_100117

e Francesca De Mori la cantante

 

sfondoprossimedate

 

 

 

 

 

*Come il Covid ha cambiato la vostra vita?

MARIA GIOVANNA FARINA Come tutti mi sono sentita e mi sento privata della libertà, quella di decidere dove andare e quando andare, ma consapevole della situazione ho accettato i sacrifici nella speranza che la vita ritorni con la giusta libertà.

ELENA ORIANI La pandemia sta mettendo in difficoltà l’intera umanità, sta cambiando la vita di ciascuno di noi. Sta creando dolore e sofferenza per la perdita di persone care, per l’isolamento sociale, per le difficoltà economiche di molti, ma nello stesso tempo ci sta regalando tempo per l’interiorizzazione, per entrare in contatto con noi stessi e con i nostri desideri.

FRANCESCA DE MORI Molte cose cambiano la vita, alcune velocizzano e/o rallentano la maturazione di alcune parti della personalità, cambia il sentire, cambia l’agire. Si fa esperienza se questo è il fine.

*Da certi punti di vista la pandemia si sta rivelando, quindi, un’opportunità?

MARIA GIOVANNA FARINA: Come sempre se non ci si arrende nascono nuove opportunità e nuove idee e la vita trova nuovi sbocchi.

FRANCESCA DE MORI : E’un’esperienza che mi ha fatto provare che cos’è la solidarietà e quanto valore ha ricevere una parola buona e un aiuto pratico in un momento di sconforto.

ELENA ORIANI: il Sì, il Covid mi ha dato un forte impulso al rinnovamento, facendo succedere più rapidamente ciò che era già nell’aria. Ha fatto sì che ciò che doveva concludersi finisse, e mi ha dato il tempo per prepararmi al nuovo a cui dare vita.

In quali ambiti si é manifestato maggiormente il rinnovamento nella vostra vita?

FRANCESCA DE MORI Ho imparato a chiedere, pacchi alimentari per la spesa e a non vergognarmi di farlo. Non sono ancora bravissima ma sto migliorando e sento che sono diventata più umile e attenta agli altri. Ad oggi non ho ricevuto, avendo regime in ritenuta d’acconto, nessun tipo di sostegno economico da parte dello Stato. L’aiuto per la spesa lo ricevo solo dai volontari di alcune associazioni che nel silenzio sostengono molte persone e famiglie che sono in seria difficoltà.

ELENA ORIANI: Tante cose sono successe da quando mi hai intervistato nel 2017. Cambiamenti che erano già in corso e che nel 2020 hanno avuto inevitabilmente un’accelerata grazie al Covid. Alcune scelte stavano già venendo a maturazione, era questione di tempo. Ho sempre pensato che a 62 anni fosse l’età giusta per dare una svolta alla mia vita professionale e così è avvenuto.

Il vostro lavoro ha subito cambiamenti notevoli?

MARIA GIOVANNA FARINA: Il cambiamento si è visto con più forza nel lavoro: addio presentazioni di libri e conferenze dal vivo. Negli ultimi anni avevo deciso di impegnarmi nella divulgazione, ho girato l’Italia per presentare i miei libri e per far conoscere la filosofia pratica di cui sono pioniera in Italia: tutto si è bloccato.

FRANCESCA DE MORI: Questa  situazione ha modificato (come per altri) la mia vita lavorativa non poco, da insegnante di canto artista e cantante ne pago le conseguenze non poco, ma non ho mollato nei limiti del possibile. E’ la mia natura e poi si sono innescati circoli virtuosi con amici artisti.

ELENA ORIANI Una serie di coincidenze hanno permesso che il mio rapporto da dirigente con un’importante multinazionale americana si concludesse proprio il 31 dicembre 2020.

Un cambiamento, quindi, accelerato dal Covid?

ELENA ORIANI Negli ultimi anni mi sono impegnata ad integrare il più possibile i diversi ambiti della mia vita, la famiglia, il mio lavoro di consulente HR, i miei hobby ed interessi a partire dalla danza. Negli ultimi cinque anni ho frequentato nel tempo libero i corsi con te e la Scuola di Danzaterapia e Meditazione Trasmuda di Renata Righetti per divenire operatrice olistica. Ho affinato le mie conoscenze in ambito musicale e nelle arti in generale.

MARIA GIOVANNA FARINA : Sì, mi sono trasferita su zoom meeting per tenere conferenze on line, dal vivo ancora dopo un anno non è possibile, e debbo dire che un po’ mi sono abituata: ormai la nostra vita di relazione pubblica è in rete. Una tristezza per me che sono abituata a parlare in pubblico muovendomi e avvicinandomi alle persone per capire il loro pensiero.

FRANCESCA DE MORI Ho pubblicato all’inizio della pandemia il video di “Gaia il pianeta blu”, brano del mio secondo album “Archetipi”  e partecipato a un progetto di Luigi Colucci e Tiziano Bellucci dedicato alle melodie planetarie ed epoche secondo la visione di Rudolf Steiner. Ho terminato il tirocinio come Counselor somato relazionale e mi accingo a terminare la tesi per poi conseguire il diploma. Nel frattempo ho ideato il mio metodo “Counseling Vocale” in cui confluiscono tutte le mie ricerche e competenze come cantante, insegnante di voce e canto, come insegnante di pratica Bioenergetica e la musicoterapeuta (Nada Yoga).

*Idee assolutamente nuove ne sono nate?

MARIA GIOVANNA FARINA Ho abbandonato la mia collaborazione con Alberoni per divergenze sul tema dell’amore e per la sua teoria che considero non scientifica e superata. Purtroppo lui è stato una delusione anche dal pdv umano.. di seguito l’articolo in cui critico la teoria, uscito su agenzia di stampa internazionale e pochi giorni fa rimandata da un quotidiano

FRANCESCA DE MORI Sono riuscita a fare qualche massaggio sonoro individuale con le campane tibetane e la voce nel periodo zona gialla e arancione e adesso, che sono nuovamente ferma per via del cambio colore, ho ideato questa iniziativa che si chiama “Campane a Mezzanotte” che svolgo ( 20 minuti circa) gratuitamente dal lunedì al venerdì da casa mia senza molti artifizi tecnologici, in diretta fb dal mio profilo Francia Damore. Ci tengo molto perché nasce dal cuore ed e’ un momento per distendere un po’ i nervi, per poggiare la testa sul cuscino un po’ più sereni,  per rilassare la mente e il corpo e forse anche quella parte te chiamano anima. Chi lo sa. Quella fascia d’orario non prevede molte iniziative e così mi sono inserita. E’ un’iniziativa dedicata a tutti , non appartengo a nessuna religione è il canto dei mantra o la vocalizzazione sono proposti nella loro pura funzione di  protezione della mente, per portare vitalità e carica energetica nuove. Mi fa piacere che oltre all’uso dei vaccini sempre più persone conoscano possibilità alternative di benessere. Mi piacerebbe che tutti ne usufruissero.

ELENA ORIANI: Ora sto studiando per divenire Executive Coach e con mio marito stiamo progettando di lasciare Milano per portare la nostra residenza principale nella natura.Questo è quello che ho potuto fare con maggiore intensità in questo ultimo anno caratterizzato dal “remote working”, dalle limitazioni alla vita sociale e dalle restrizioni agli spostamenti.

*Il vostro stato d’animo prevalente?

ELENA ORIANI Nonostante abbia dovuto affrontare un cambiamento importante in ambito lavorativo, ho saputo fare tesoro del tempo a disposizione per studiare e lasciar nascere il Nuovo.

FRANCESCA DE MORI Grazie al cielo sto bene e la vena creativa non si è mai arrestata se non per pochi attimi. Mi sento serena e fiduciosa e sono grata per ogni attimo.

MARIA GIOVANNA FARINA ho la fortuna di amare i cani, negli ultimi anni con me vive Milly, una monella pelosa che durante il primo lockdown mi ha dato la possibilità di trascorre le giornate più serenamente. Il virus ha bloccato dopo due mesi gli incontri con “Non siamo solo cagnolini”, il libro a lei dedicato, come studiosa di relazioni ho voluto parlare del rapporto di noi umani con i quattro zampe, ma la pandemia ha stravolto anche questa iniziativa.

*Un suggerimento a tutti?

MARIA GIOVANNA FARINA Il mio suggerimento a tutti è quello di non smettere di fare progetti, l’essere umano senza progetti non può vivere, pazienza se non si realizzeranno immediatamente, e lavorare per realizzare qualcosa fa avvertire meno pesante la situazione attuale. Certo è che se hai problemi di sostentamento, tutto diventa molto gravoso.

ELENA ORIANI Questo è un periodo di intensa meditazione, regna la dimensione dell’immobilità senza tempo e contemporaneamente del divenire dell’essere. Certo che io che amo danzare Vorrei tanto che questo movimento interiore potesse esprimersi danzando con altri “in presenza!”

FRANCESCA DE MORI  In questo anno ho ascoltato persone con vibrazione molto “ alte” quasi ogni giorno e cancellato dalle mie orecchie telegiornali e quant’altro.

 

CONDIVIDI

Profilo Autore

susanna garavaglia

Susanna Garavaglia, da sempre attenta ad una visione Olistica della vita studia e diffonde la trasformazione del futuro, ora anche dal suo B&B nel bosco. Con Dede Riva ha dato vita al Manifesto Progetto Creatività, Via Femminile alla Trasformazione, firmato da esponenti della cultura di tutto il mondo. Ha pubblicato con Tecniche Nuove La Scrittura dell'Anima, Diario di Psicosomatica, L'anima del Successo, 365 Pensieri per l'Anima . Con Stazione Celeste Stavolta sarò Femmina, con ilmiolibro.it Senza radici dove voli? Con Anguana Edizioni insieme a Devana “Sciamane. Storie, canti e risvegli di anziane sedute in cerchio”, con Giovanna Tolio e altri autori “Amicizia (nuova energia di evoluzione)”, Leone Editore.

Lascia un commento


− 3 = cinque