Profilo Autore

Dols

Dols è sempre stato uno spazio per dialogare tra donne, ultimamente anche tra uomini e donne. Infatti da qualche anno alla voce delle collaboratrici si è unita anche quella degli omologhi maschi e ciò è servito e non rinchiudere le nostre conoscenze in un recinto chiuso. Quindi sotto la voce dols (la redazione di dols) troverete anche la mano e la voce degli uomini che collaborando con noi ci aiuterà a non essere autoreferenziali e ad aprire la nostra conoscenza di un mondo che è sempre più www, cioè women wide windows. I nomi delle collaboratrici e collaboratori non facenti parte della redazione sono evidenziati a fianco del titolo dell’articolo, così come il nome di colei e colui che ci ha inviato la segnalazione. La Redazione

1 commento

  1. Gentilissime dottoresse, grazie per i vostri consigli ed opinioni. Seguendo le statistiche dall’apparizione del Coronavirus ad oggi, una domanda sorge spontanea (potrebbe apparire provocatoria ma non è mia intenzione): 1) nella stagione 2018/2019 il 13,6% della popolazione italiana ha avuto una ILI, per un totale di circa 8.072.000 casi. Il 63,2% dei casi gravi è di sesso maschile e l’età mediana è pari a 63 anni. Nell’83,4% dei casi gravi e nell’89,7% dei deceduti era presente almeno una condizione di rischio preesistente (diabete, tumori, malattie cardiovascolari, malattie respiratorie croniche, obesità, ecc.) fonte: http://www.epicentro.iss.it (EpiCentro è certificato dall’Oms come membro del Vaccine Safety Net e collabora con l’Ufficio di informazione Onu per l’Italia.)
    2) 2019/2020 Coronavirus L’età media dei pazienti deceduti e positivi a SARS-CoV-2 è 80 anni; Al 14 maggio sono 332 dei 29.692 (1,1%) pazienti deceduti SARS-CoV-2 positivi di età inferiore ai 50 anni. In particolare, 74 di questi avevano meno di 40 anni. Di 9 pazienti di età inferiore ai 40 anni non sono disponibili informazioni cliniche, gli altri 53 presentavano gravi patologie preesistenti (patologie cardiovascolari, renali, psichiatriche, diabete, obesità) e 12 non avevano diagnosticate patologie di rilievo. In tutta Italia il coronavirus ha colpito il 6,34% della popolazione, il range è 0,34% regionale.
    Questi sono numeri non opinioni. Quest’anno hanno creato il terrore e fermato l’economia italiana per 3 mesi… Allora quale disegno c’è dietro tutto questo? Non attendo una forzata risposta ma un’obiettiva riflessione non legata alle informazioni mediatiche. Un cordiale saluto a tutte voi e alla rivista Dol’s.

Lascia un commento


uno + 7 =