Elle Active! torna a Milano

0

Le donne, si sa, sono sempre attive. Ma nel secondo weekend di novembre lo sono un po’ di più. All’Università Milano Bicocca, per il quarto anno consecutivo, ritorna Elle Active! Il forum delle donne attive. Con un sottotitolo incoraggiante: Attiva il cambiamento. Saranno le donne a cambiare il mondo? Forse sì.

Anche quest’anno, saranno probabilmente molte di più di 5.000, come nelle prime tre edizioni. E avranno, almeno in apparenza, obiettivi diversi: chi di trovare per la prima volta un impiego, chi di reinserirsi nel panorama lavorativo dopo una pausa, chi di reinventarsi con un’attività che finalmente le corrisponda, chi di riuscire a conciliare impegni familiari e aziendali, chi di trovare una socia con cui fare rete, chi di orientarsi prima di una scelta importante.

Le donne che parteciperanno a Elle Active! 2019, il forum sul lavoro femminile organizzato dalla rivista Elle Italia e patrocinato dal Comune di Milano, avranno però tutte un denominatore comune: far sì che il loro impegno sul lavoro (e per il lavoro) venga valorizzato.

Torna a Milano, all’Università Bicocca, la piazza reale del mondo digitale, il ‘foro’ un tempo precluso alle donne che si fa spazio accogliente proprio per loro, rendendo presenza concreta l’apporto femminile da sempre fortissimo al mondo del lavoro, ma spesso sottovalutato (e sottopagato). Sì, perché il soffitto di cristallo è duro a rompersi, ma è già un po’ scheggiato. E non è detto che non stia per crollare. A smantellarlo, contribuiranno i discorsi, gli incontri, i seminari e i laboratori che si faranno lì, al forum, tra le migliaia di donne partecipanti e gli special guest del mondo delle imprese, della cultura, della politica.

Elle Active logoCi saranno (per citare solo qualcuna) dirigenti e CEO delle grandi aziende: Fastweb, Generali, Google, Johnson & Johnson, Marella, PayPal, Pomellato… Il gotha delle riviste femminili: le direttrici di Cosmopolitan, Marie Claire e naturalmente Hearst Italia, promotrice con il magazine Elle dell’iniziativa, oltre che giornaliste di spicco come Daniela Hamaui e Natalia Aspesi. Attrici, registe, produttrici del cinema; nomi legati alla liberazione femminile (Lidia Ravera, che terrà una conferenza TED, la sessuologa Roberta Rossi); campionesse sportive, modelle, stiliste. Maria Sole Bianco, la biologa che dimostra che il mare è fondamentale per il futuro dell’ambiente, e Wednesday Martin, l’antropologa che ci spiegherà come il segreto del successo risieda nel piacere sessuale. E le rappresentanti politiche dei Ministeri della Pubblica Istruzione, delle Pari Opportunità e della Famiglia, del Lavoro e delle Politiche Sociali.

A tu per tu con gli esperti delle Risorse Umane e con i Recruiter, si imparerà a negoziare, a gestire i conflitti, a prendere decisioni e a risolvere problemi (in caso di errori, niente paura: con le Strategie Smart, gli sbagli saranno solo un’ulteriore occasione di empowerment); a scrivere curriculum e a girare video-cv. Coach e psicologi avranno il compito di far combattere l’ansia e di rendere più agevole il cammino verso la felicità, lavorativa e non; esperti social insegneranno tecniche di Smart Networking con le community di Facebook.

Ma, se ancora tutto ciò non bastasse, secondo gli organizzatori di Elle Active! ci sono altri 10 motivi per partecipare:

  1. Perché le donne sono piene di talento e di ingegno, ma faticano ancora a entrare nel mondo del lavoro e a essere valutate adeguatamente. Nel forum possono ricevere i giusti consigli per valorizzare le proprie competenze.
  2. Perché, nei due giorni all’Università Bicocca, si ha la possibilità di confrontarsi con coach, esperti, psicologi e formatori, sia in laboratori e seminari che in sedute individuali, ricevendo indicazioni utili per il proprio percorso professionale.
  3. Perché Elle Active! è aperto a tutte: a chi ha un lavoro, a chi lo cerca, a chi si sta formando per ottenerlo. Che tu sia una professionista affermata o ti stia proponendo per un primo impiego, che debba reinventarti dopo un cambio di lavoro o sia ancora una studentessa, potrai trovare informazioni e supporto.
  4.  Perché il forum di Elle Active è ormai un successo globale. Partito a Parigi nel 2014 e poi diffuso in Giappone, Corea, Cina e Spagna, aiuta ad affermare i propri diritti nel lavoro a ogni latitudine.
  5. Perché negli incontri con istituzioni, amministratori delegati di grandi aziende ed esperti del settore si potranno conoscere le concrete politiche di conciliazione e di supporto al lavoro femminile.
  6.  Perché a Elle Active! può nascere il futuro. Agli ospiti invitati a parlare nell’aula plenaria verrà richiesto come migliorare le condizioni del lavoro femminile nei vari ambiti di azione; le loro idee, raccolte in un “libro bianco”, diverranno materia di discussione nel prossimo Elle Active!
  7.  Perché, attraverso tutorial, laboratori, seminari tematici le redattrici di Elle, con altri esperti, offriranno alle partecipanti i loro consigli per affrontare un colloquio di lavoro o un incontro importante con il giusto look.
  8.  Perché è il posto giusto per aiutare le donne a capire quanto valgono, attraverso il confronto con gli esperti, ma anche con altre lavoratrici. E crea sinergie per usare le idee che emergono per nuovi progetti.
  9.  Perché incoraggia le donne a scoprire nuove strade, a sviluppare i loro talenti, a creare imprese, a fare rete. A scrivere un curriculum vincente, a sfruttare al meglio il potenziale dei social network.
  10. Perché attiva il cambiamento. Elle, che da sempre supporta le battaglie femminili e investe sulle donne – e quindi sul futuro – sa che riconoscere il proprio valore e imparare a mostrarlo è il primo passo per trasformare le proprie ambizioni lavorative in realtà.

Elle Active

Per informazioni e iscrizioni
Elle Active! Donne e Lavoro, 4a edizione
sabato 9 novembre e domenica 10 novembre 2019, dalle 9:30 alle 18:30
Università degli Studi di Milano Bicocca, edificio U6, piazza dell’Ateneo Nuovo 1, 20126 Milano
Iscrizione gratuita su Eventbrite (elleactive.hearst.it/iscriviti) o ai desk di ingresso nei giorni del forum.
Leggi il programma di Elle Active!

CONDIVIDI

Profilo Autore

Chiara Santoianni

Chiara Santoianni, scrittrice, giornalista, counselor e docente, pubblica dal 1984 e ha collaborato a numerosi quotidiani e periodici italiani. È autrice del saggio Popular music e comunicazioni di massa (ESI, 1993), del manuale Sicurezza informatica a 360° (Edizioni Master, 2003), del libro per ragazzi Preso nella Rete (Sesat Edizioni, 2012). Ha scritto inoltre il romanzo umoristico Il lavoro più (in)adatto a una donna (Cento Autori, 2011) e i romanzi di chick lit Il diario di Lara (ARPANet, 2009), Provaci ancora, Lara! (ARPANet, 2012) − vincitori delle edizioni 2008 e 2012 del concorso ChickCult −, Cocktail di cuori e Missione a Manhattan (Cento Autori, 2015 e 2016). È autrice e curatrice della raccolta di racconti di chick lit Volevo fare la casalinga (e invece sono una donna in carriera) (Albus 2012) e, dal 2015, della collana di Cento Autori "A cuor leggero". Inoltre, è autrice delle guide turistiche Enogastronomia, Turismo Balneare, Turismo Giovanile, Turismo Enogastronomico (Electa Napoli, 2004-2006); co-autrice delle guide di viaggio Pacific Coast (Edimar, 1999) e Napoli. Costa e isole (De Agostini, 2002). Suoi racconti sono contenuti nei volumi collettivi Lavoro in corso (Albus Edizioni, 2008), Timing semiserio per un matrimonio quasi perfetto (ARPANet, 2011), Non proprio così (Giulio Perrone, 2011), ManifestAmi (2013). Ha scritto per anni la rubrica Numerando per la rivista d’informatica “Internet Magazine”. Ha inoltre ideato e realizzato il sito web Chiara’s Angels − finalista al Premio DonnaèWeb e all’Italian eContent Award 2006 − e il blog di recensioni librarie Spazio Autrici. La sua passione, oltre alla scrittura, è la tecnologia in tutte le sue forme.

Lascia un commento


+ sette = 9