Assistenti sì, ma manager

0

Una comunità che funziona e cresce. Quella di secretary.it.

Tempo fa chiesi a Vania e Jessica Alessi di aggiornare l’intervista che ”tot” anni fa avevo fatto loro. Vania sempre molto attiva e presente mi disse che l’avrebbe fatto subito.  Poi ci siamo rese conto che c’era in realtà da aggiungere ”troppo” e quindi ho deciso di prendere io la parola.  Secretary.it, nata dall’idea di due giovani donne è cresciuta negli anni (ne hanno fatti addirittura già più di dieci) non perdendo mai ”i colpi”, ma anzi seguitando ad evolversi insieme al mondo di internet, delle tecnologie e delle donne, acquisendo sempre più credibilità e visibilità (cosa che al giorno d’oggi si rincorre spesso, ma non sempre si trova), organizzando corsi e offrendo servizi per le assistenti di direzione che sono sempre più manager e prendono spesso la voce di quelli che sono i loro capi. I capi cambiano, ma spesso le assistenti restano a confermare una tradizione aziendale che muta nel tempo ma che si rinnova. Ed eccole qui le nostre coordinatrici delle manager assistant, Vania e Jessica che su questa fetta di mondo hanno creato il loro lavoro, colmando una lacuna esistente. Le iscritte a Secretary sono 6500 in tutt’Italia, con delle ambasciatrici in Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Lazio e Sicilia. Qualcosa vorrà dire?

Come vivere con consapevolezza un ruolo così importante come l’assistente di direzione. E creare un sito/comunità. Parla Vania Alessi di Secretary.it

Vania Alessi, nata in Belgio nel 1969, è un’ intraprendente biondina che ha deciso di abbandonare il lavoro impiegatizio di assistente di direzione/ project manager per inventarsi insieme alla sorella Jessica un sito dedicato alle assistenti di direzione e diventare imprenditrice.

 Che studi hai fatto, Vania? Sei sposata? E il tuo iter professionale?
Ho conseguito la maturità linguistica per cui parlo francese – lingua madre-, inglese e tedesco  per poi laurearmi in Economia e commercio. Sono sposata, ho due figli. Ho lavorato da sempre (dai 16 anni) come hostess e ,non ho mai avuto la classica paghetta. I nostri  genitori ci hanno sempre insegnato a essere autonome e a conquistarci le cose.

Ho iniziato a collaborare dai 19 anni  con un’importante  Associazione Tessile di categoria dapprima come hostess e interprete al fiere in tutto il mondo, via via ricoprendo ruoli sempre più complessi: dalla segreteria organizzativa di fiere di settore, ai rapporti con gli associati e con la stampa. Studiavo di notte e lavoravo di giorno e nel 1995 ho conseguito la Laurea in Economia e Commercio:  dopo anni di grande intesa e fiducia ho acquisito competenze ed autonomia sia decisionale che operativa, gestendo budget, bilanci ed attività anche piuttosto importanti. Non più esecutrice, ero una propositrice di idee e progetti: cercavo di anticipare le proposte, stimolata da un  capo che era mentalmente e strategicamente avanti anni luce rispetto al mercato: dotato di una grandissima intelligenza era da stimolo per fare sempre meglio!! Poi la decisione di una famiglia e dei figli e la scelta, maturata  di sospendere i ritmi frenetici e gli aerei in giro per il mondo. E la consapevolezza di voler  cambiare! Non solo poter crescere i miei figli come  desideravo , ma la voglia di fare qualcosa di mio.
E quindi è nata Secretary.it
Secretary.it è proprio il nostro quinto figlio, di mia sorella (Jessica) e mio
Sorelle e compagne di avventure, di fatiche ma anche di tante soddisfazioni e conquiste: la più importante il flusso continuo DO UT DES co le proprie associate.

Come funziona la vostra attività?
Secretary.it è una community gratuita, un social network  per le Segretarie/Assistenti, attivo da 11 anni per dare il giusto peso e la corretta visone collettiva del ruolo e perché mancava completamente un punto di riferimento per chi, con passione e professionalità, lavora ogni giorno al fianco di dirigenti, manager e imprenditori, per assisterli e aiutarli a raggiungere obiettivi e risultati strategici per l’azienda o per l’organizzazione per la quale lavorano

Siamo le loro PROBLEM SOLVER. Da qualche anno abbiamo  una sezione per le Non occupate ( perché in mobilità, in cassa integrazione o perché aspiranti assistenti) perché oggi la rete e la condivisione sono fondamentali.

Che cosa fanno di le iscritte? Parlano soltanto di lavoro e carriera?
L’impegno ed il coinvolgimento sono sicuramente orientati allo sviluppo professionale ma, essendo prevalentemente donne (98%), ci si confronta molto su come conciliare lavoro/famiglia e nel trovare supporto e sinergie tra colleghe anche nella sfera privata. Diamo ampio spazio alla creatività e imprenditorialità personale scoprendo spesso iniziative particolari e doti nascoste da far emergere e mettere a conoscenza e a disposizione l’una dell’altra. Un rete a 360 gradi insomma!

Ma le assistenti sono sempre solo donne?
Gli uomini sono sicuramente una piccola minoranza. Si sostiene ormai da anni che la donna è “multitasking” , paziente, riservata ecc..  L’approccio maschile è sicuramente orientato al risultato, poco contorno e poche chiacchere…nel bene e nel male!

Il 30 maggio si è svolta una giornata a cui hanno partecipato oltre 300 persone, ricca di seminari e workshop, il 18 giugno p v l’evento sarà a Roma. Ci racconti quando e come sono nati gli incontri  cosa spinge i partecipanti a seguire l’evento?
Si, abbiamo lavorato tanto  al Secretary Day: una giornata gratuita dedicata alla formazione, crescita e aggiornamento professionale, un’occasione unica di networking!
E’ il nostro modo di valorizzare il ruolo (anche a livello sociale) di motivare le iscritte a migliorare sé stesse ed evolvere coinvolgendo anche la propria azienda in questo processo.

 

CONDIVIDI

Profilo Autore

Caterina Della Torre

Proprietaria di www.dols.it di cui è direttrice editoriale e general manger Nata a Bari nel 1958, sposata con una una figlia. Linguista, laureata in russo e inglese, passata al marketing ed alla comunicazione. Dopo cinque anni in Armando Testa, dove seguiva i mercati dell’Est Europa per il new business e dopo una breve esperienza in un network interazionale di pubblicità, ha iniziato a lavorare su Internet. Dopo una breve conoscenza di Webgrrls Italy, passa nel 1998 a progettare con tre socie il sito delle donne on line, dedicato a quello che le donne volevano incontrare su Internet e non trovavano ancora. L’esperienza di dol’s le ha permesso di coniugare la sua esperienza di marketing, comunicazione ed anche l’aspetto linguistico (conosce l’inglese, il russo, il tedesco, il francese, lo spagnolo e altre lingue minori :) ). Specializzata in pubbliche relazioni e marketing della comunicazione, si occupa di lavoro (con uno sguardo all’imprenditoria e al diritto del lavoro), solidarietà, formazione (è stata docente di webmarketing per IFOA, Galdus e Talete). Organizzatrice di eventi indirizzati ad un pubblico femminile, da più di 10 anni si occupa di pari opportunità. Redattrice e content manager per dol’s, ha scritto molti degli articoli pubblicati su www.dols.it.

Lascia un commento


7 + sei =