Lydia Tár è Cate Blanchett

0

di Adriana Moltedo

Quando è apparsa Cate Blanchett sul Red Carpet della 79esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia.1 set 2022 con il vestito nero e i fiori affacciati come ad un balconcino dal suo seno, abbiamo capito subito che avrebbe vinto lei per la migliore interpretazione femminile in TÁR di Todd Field.

Lo splendido vestito proviene dalla collezione Haute Couture AI 2022- 2023, disegnato da Daniel Roseberry, che presentava un gioco di forti contrasti, dai quali emergeva, proprio come un fiore, l’attrice.

Il vero film è Cate Blanchett sul Red Carpet.

Todd Field, il regista, racconta in un mondo internazionale della musica classica, la controversa Lydia Tár, tra le più grandi compositrici/direttrici d’orchestra viventi e prima donna in assoluto a dirigere un’importante orchestra tedesca.

Lydia Tár si troverà al centro di polemiche sull’abuso di potere esercitato nel proprio ruolo e sulla richiesta di favori sessuali fatta a delle dipendenti in cambio di riconoscimenti professionali.

Al centro dell’indagine di Field c’è il tema sempre più attuale dell’abuso di potere in più fatto da una donna.

Una donna che vive la vita come una costante ossessione: per il potere in sé oltre che per la musica.

Quando si ha potere è possibile mantenere il controllo senza cedere alla tentazione di sostituirsi a Dio e gestire i destini degli esseri umani?

TÁR esplora la natura mutevole del potere, la sua durevolezza e l’impatto sul mondo moderno.

Cate Blanchett, non è nuova a parti di donne egocentriche, accentratrici e manipolatorie.

Tàr racconta un momento critico della compositrice, un raro esempio di direttrice d’orchestra donna.

Ma sul Red Carpet della 79esima Mostra di Venezia è fiorita Cate Blanchett. Alla premiere di Tár di Todd Field, l’attrice protagonista del film in concorso, ci ha stupito tutte/i con un look senza eguali, un vero e proprio bouquet di stile.

Todd Field scrive nelle note di regia che “questa sceneggiatura è stata scritta per un’artista: Cate Blanchett. Se avesse rifiutato, il film non avrebbe mai visto la luce. Lei è una sorta di statua vivente scolpita intorno al carisma, all’eleganza e alla classe di una delle poche dive del cinema contemporaneo.
Cate Blanchett è semplicemente straordinaria.
Il film arriverà nei cinema italiani nel mese di febbraio 2023, distribuito da Universal Pictures.

Adriana Moltedo
Giornalista, esperta di Comunicazione politico-istituzionale per le Pari Opportunità, esperta di cinematografia con studi al CSC Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.
Curatrice editoriale.

Cate blanchett fiori

CONDIVIDI

Profilo Autore

Dols

Dols è sempre stato uno spazio per dialogare tra donne, ultimamente anche tra uomini e donne. Infatti da qualche anno alla voce delle collaboratrici si è unita anche quella degli omologhi maschi e ciò è servito e non rinchiudere le nostre conoscenze in un recinto chiuso. Quindi sotto la voce dols (la redazione di dols) troverete anche la mano e la voce degli uomini che collaborando con noi ci aiuterà a non essere autoreferenziali e ad aprire la nostra conoscenza di un mondo che è sempre più www, cioè women wide windows. I nomi delle collaboratrici e collaboratori non facenti parte della redazione sono evidenziati a fianco del titolo dell’articolo, così come il nome di colei e colui che ci ha inviato la segnalazione. La Redazione

Lascia un commento


+ 7 = dodici