Pari opportunità domani

0

Le Pari opportunità sono solo un titolo rubato al passato o una realtà presente con un promettente domani

Il 15 marzo 2021 si è tenuto su zoom un incontro con Marta Ajò, Maria Giovanna Farina, Loredana Metta, Marisa Ajroldi e Chiara Santoianni e Loredana Metta Intitolato Pari Opportunità Domani.

L’incontro gestito e amministrato da Caterina Della Torre non è stato registrato. Mirava a capire quanto parlare di pari opportunità oggi continuasse ad avere senso. Le pari opportunità non vanno chieste, ma pretese. Di fatto le donne sono più della metà dell’universo, ma continuano ad essere relegate al secondo posto.
Cosa è stato ottenuto in questi anni? E cosa è necessario ancora ottenere? Le Pari opportunità sono solo un titolo rubato al passato o una realtà presente con un promettente domani?
Ha aperto la sessione l’organizzatrice dell’evento che veniva fuori da un altro workshop sul recovery fund e donna.
Incontro molto interessante  a che lasciava però molti punti irrisolti. Da qui la domanda di apertura rivolta a tutte le partecipanti ed alle quali ha risposto in primis Martà Ajò.
Parliamo solo di Pari opportunità o ”facciamo pari opportunità.? Marta conferma che la politica e quindi le pari opportunità non è solo parole, ma fatti. Se ne parla da molto tempo , ma ancora molte cose sono da realizzare.
La risposta  di Marta Ajò: Parliamo delle passate pari opportunità  cioè di ciò che sono  stato finora ma  sono cose ormai sorpassate dai tempi. Ora è tempo di prendersi la scena o una parte di questa che ci appartiene.
Marisa Ajroldi ha invece sottolineato che esistono molte associazioni che si occupano di pari opportunità in vari settori. Sarebbe necessario che agissero unite e non si sfrangiassero, seguendo ognuna la propria posizione ed il proprio obiettivo. L’unità farebbe la forza.
Maria Giovanna Farina ha invece sottolineato che la mancanza di Pari Opportunità spinge alla mancanza di un dialogo comune e di conseguenza alla violenza.
Loredana Metta ha invece confermato che spesso le mancanza di pari opportunità ed uguali diritti ha reso difficile alle donne farsi avanti nel mondo culturale dove invece hanno molto da dire.
Infine Chiara Santojanni ha fatto rilevare che nella scuola spesso le ragazze mostrano più timidezza e sfiducia in e stesse nell’emergere.
L’incontro che mirava a capire cosa le donne che collaborano con dol’s fanno e si aspettano dalla loro battaglia per ottenere le piena e vera uguaglianza dei diritti si è conclusa con la promessa di risentirsi per toccare ed approfondire gli ambiti in cui si cerca il pieno raggiungimento della parità.
po-domani
CONDIVIDI

Profilo Autore

Caterina Della Torre

Proprietaria di www.dols.it di cui è direttore editoriale e general manger Nata a Bari nel 1958, sposata con una una figlia. Linguista, laureata in russo e inglese, passata al marketing ed alla comunicazione. Dopo cinque anni in Armando Testa, dove seguiva i mercati dell’Est Europa per il new business e dopo una breve esperienza in un network interazionale di pubblicità, ha iniziato a lavorare su Internet. Dopo una breve conoscenza di Webgrrls Italy, passa nel 1998 a progettare con tre socie il sito delle donne on line, dedicato a quello che le donne volevano incontrare su Internet e non trovavano ancora. L’esperienza di dol’s le ha permesso di coniugare la sua esperienza di marketing, comunicazione ed anche l’aspetto linguistico (conosce l’inglese, il russo, il tedesco, il francese, lo spagnolo e altre lingue minori :) ). Specializzata in pubbliche relazioni e marketing della comunicazione, si occupa di lavoro (con uno sguardo all’imprenditoria e al diritto del lavoro), solidarietà, formazione (è stata docente di webmarketing per IFOA, Galdus e Talete). Organizzatrice di eventi indirizzati ad un pubblico femminile, da più di 10 anni si occupa di pari opportunità. Redattrice e content manager per dol’s, ha scritto molti degli articoli pubblicati su www.dols.it.

Lascia un commento


8 + uno =