Giovanni Boldini, il pittore della donna

0

Una mostra dedicata all’artista ferrarese indaga il ruolo che la moda ha rivestito nella sua opera. Un percorso avvincente che racconta i rapporti tra arte, moda e letteratura nella Belle Époque.

di Flavia Capudi Schenone

A Palazzo dei Diamanti di Ferrara è in corso (fino al 2 giugno) la mostra “Boldini e la moda” che espone oltre 100 opere del pittore ferrarese tra dipinti, disegni e incisioni. La rassegna si propone di indagare il lungo e fecondo rapporto tra Boldini e il sistema dell’alta moda parigina e il riscontro che ebbe non solo sulla sua opera di ritrattista, ma anche su quella dei pittori suoi contemporanei come Degas, Sargent, Whistler e Paul Helleu.

Organizzata in sezioni tematiche, l’esposizione si snoda lungo un percorso molto intrigante tra dipinti, meravigliosi abiti d’epoca e preziosi oggetti attraverso i quali si risale ai rapporti tra arte, moda e letteratura nella Belle Époque che portano il visitatore nelle atmosfere raffinate ed eleganti della metropoli francese. In mostra non mancano dunque gli abiti, in buona parte provenienti dalla nota Collezione Tirelli di Roma (custoditi e ben protetti in grandi cubi trasparenti), che consentono di ammirarne le preziose stoffe, pizzi, velluti, e gli accessori come cappelli, scarpe, ombrellini…
Da non perdere.

“Boldini e la moda”
Ferrara Palazzi dei Diamantini
16 febbraio – 2 giugno 2019
A cura di Barbara Guidi con la collaborazione di Virginia Hill
Orari: tutti i giorni h. 9.00 – 19.00
Ingresso: intero € 13,00; ridotto € 11,00
Info: tel. 0532 244949; www.palazzodiamanti.it

CONDIVIDI

Profilo Autore

Dols

Dols è sempre stato uno spazio per dialogare tra donne, ultimamente anche tra uomini e donne. Infatti da qualche anno alla voce delle collaboratrici si è unita anche quella degli omologhi maschi e ciò è servito e non rinchiudere le nostre conoscenze in un recinto chiuso. Quindi sotto la voce dols (la redazione di dols) troverete anche la mano e la voce degli uomini che collaborando con noi ci aiuterà a non essere autoreferenziali e ad aprire la nostra conoscenza di un mondo che è sempre più www, cioè women wide windows. I nomi delle collaboratrici e collaboratori non facenti parte della redazione sono evidenziati a fianco del titolo dell’articolo, così come il nome di colei e colui che ci ha inviato la segnalazione. La Redazione

Lascia un commento


8 + due =