Ode semiseria alla Befana

0

Diciamocelo…la Befana e’ decisamente molto piu’ simpatica di quel barboso, affettato,  disponibile ed eterno bambinone di Babbo Natale!
La Befana e’ in gamba.

Certo, se la sono inglobata i Re Magi nella loro festa cattolica e va bene se cosi ci piace, ma lei e’ anche altro.
Molto altro e c’era da prima , molto prima che i tre titolati si avventurassero nella ricerca del Bambino con i loro doni preziosi (salvo il tizio con la mirra che rimane un mistero anche per Maria , oltre che per noi)
Insomma, la Befana é una  tipa quasi laica tanto le sue origini si perdono in una miriade di tradizioni pagane .
Tradizioni talmente antiche e varie da non sapere piu’ neanche di preciso la sua origine.
Una che fa storia a se’.
Una strega forse? Si, certamente.
E allora ci piace anche di più perché le streghe, da che mondo é mondo, sono state tropo spesso le donne non capite, quelle troppo avanti per essere accettate dal loro tempo, quelle inventive, creative..quelle sapienti.
La Befana , inoltre, é una tipa assertiva…e Dio sa di quanto, di questa dote, abbiamo bisogno noi donne!
Una che riesce a dire senza timore : “No, no sei stato buono , ti becchi il carbone…e certo  non mi compri con due biscotti ed un bicchiere di latte sotto il camino!”.
Una che da sempre e’ cosi, con l’aspetto con cui si propone, che ci piaccia o no .
Insomma le feste certo sono chiuse da una tipa cosi, una che ci ricorda  il momento di consunzione dell’inverno, quello spoglio e rigoroso di una stagione in cui sembra la Natura si fermi .
Ma, nello stesso tempo, l’anno inizia con  questa  giornata dedicata ad una signora il cui nome viene da Epifania…ἐπιφάνεια (epifáneia), che significa rinnovare, apparire ,rivelare. Inizia con una signora il cui mito si perde nella notte dei nostro passato più’ antico, quello che rende noi donne  cosi’ uniche, speciali, magiche sempre,

e solo noi sappiamo cosa significa..
Una epifania  legata anche alla genitrice signora della vita e della morte, portatrice della rigenerazione della Natura che e’ dentro di noi, da qualche parte, che la si sia scoperta , la si conosca o no.
Qualcosa legata alla Luna, alla Terra.. decisamente affascinante..
Dunque.. benvenuta Befana cara…ti aspettiamo.
Fiere e orgogliose come te,  di quello che siamo e vogliamo dire sempre, che sia piacevole o meno, amen…
D’altra parte si e’ chiuso un anno importantissimo per tutte noi.All’insegna di cambiamenti,di nuove esigenze di rinnovamento,di ricerca di nuove risorse. Nuove “epifanie”.
Bene..allora festeggiamo questa Signora non amante di piaggerie facili e che non si svende per essere in altro modo…
Festeggiamo il rinnovamento e la Primavera che ci porterà e che ci meritiamo, se solo lo vorremo.
Benvenuta Befana..
Resta cosi. Ricordaci che si può volare, restando sè stesse, rinnovandoci  se solo lo vogliamo.
Che sia su una scopa , sulla nostra fantasia,per realizzare  i nostro sogni o la nostra realtà.
Se solo ci proviamo.
Buona Befana a tutte allora e buona Epifania!
Che ogni rivelazione  si compia per noi, ogni nuova scoperta, in questo tempo  incredibile in cui il coraggio di essere noi stesse può essere la vera magia da scoprire .
(ps. l’autrice e’ nata il 6 gennaio…e’ di parte)

CONDIVIDI

Profilo Autore

Milene Mucci

Milene Mucci. Nata il giorno della Befana ad Arezzo da anni vive a Carrara fra le Apuane e il mare . Scrive per Dols ( da anni) , per Huffington Post ed Exibart. E' Counselor Professionista formata in Aspic (Scuola Superiore Europea di Counseling Professionale) con specializzazione in Art Couseling ed e' iscritta alla Reico. E' insegnante di Metodo Caviardage di scrittura poetica. Conduce laboratori di scrittura e mediazione artistica per lo sviluppo delle risorse personali e la crescita personale, soprattutto relativamente all'empowerment femminile. Gia' impegnata in battaglie per i diritti civili con Ignazio Marino è membro della Fondazione "Antonino Caponnetto" ,che si occupa di lotta alle mafie ,cittadinanza attiva , legalita' e Costituzione. Sua e' la rubrica su Dols dal titolo "Donne si nasce assertive si diventa" ,occupandosi in particolare di empowerment femminile. E' attiva sul territorio con il Coordinamento Donne del 7 luglio Carrara. Ha due figli ormai adulti ed in giro per il mondo ed un gatto di nome Sheva che le fa da assistente e, per ora, e' ancora a casa.. :-)

Lascia un commento


− tre = 5