Donne In Gioco 2.0 e Legalità

0

 3 maggio – Conferenza Stampa Donne In Gioco 2.0 e Legalità

 

Elena Luviso     Livia Turco Elena Marinucci     Letizia Battaglia

Enrica Bonaccorti       Mariapia Garavaglia

Presentano

L’Evento Internazionale dell’8 maggio e il Libro magico Donne In Gioco 2.0 e Legalità

Un libro che si sfoglia, si ritaglia, si ascolta, si vive in gruppo, si trasforma in gioco da tavolo e in strumento di socialità, oltre che educativo. E’ tutto questo Donne in Gioco 2.0 e Legalità, che racconta la storia e la vita di 72 donne celebri che hanno segnato il cammino recente della Repubblica italiana. Un libro dalle vesti tradizionali che si trasforma in digitale ed è l’altro step del Progetto formativo-educativo madre. La raccolta intitolata ‘Donne in gioco 2.0 e Legalità’, ideata e curata da Elena Luviso e pubblicata da Gangemi editore, sarà presentata il 3 maggio alle 11 presso la Sala Monumentale della Presidenza del Consiglio a Largo Chigi 19 e lancerà l’iniziativa internazionale dell’8 maggio prevista sempre a Roma alla Camera dei Deputati. Con l’autrice saranno presenti anche Livia Turco, Mariapia Gravaglia, Elena Marinucci, Letizia Battaglia Enrica Bonaccorti.

Raccolto in una scatola-kit contenente dadi, timer, alfabeto e due mazzi di carte, uno pittorico e l’altro biografico, ‘Donne in gioco’ (edito da Modiano) è stato presentato nel 2016 per celebrare il 70esimo anniversario del voto alle donne raccontando la vita pubblica e l’impegno professionale e politico di 46 figure femminili. E dichiarato Primo Gioco Europeo Pedogogico Sperimentale sulla Storia delle Donne in chiave giuridica. Oggi diventa un libro e si aggiorna, per descrivere sulla base di disegni e indizi biografici oltre al potere, inteso come bagaglio morale di valori, inizialmente individuato al debutto, anche la testimonianza per la legalità e la trasparenza di donne simbolo del nostro Paese. 

Rispetto al progetto del 2016, il libro si arricchisce del racconto-descrizione di nuove 26 personalità femminili, che corrispondono ad altrettante identità territoriali. Una nascente mappatura geografica delineata dalle stesse donne prescelte, che mostra come i talenti femminili siano patrimonio di tutto il territorio nazionale, anche in luoghi meno conosciuti e non solo nelle grandi realtà urbane. Le figure delle 72 donne celebrano non più solo il 72.mo del diritto di voto, ma anche l’anniversario della Costituzione che vide all’opera nel 1946 le 21 “Madri della Repubblica”.

Nel nuovo testo spiccano i profili di tante donne celebri, impegnate in campi diversi tra loro ma tutte unite da un filo rosso che ricorda l’impegno valoriale e per la legalità che ha contraddistinto le loro carriere. Presenti tra le altre, le storie delle scienziate Rita Levi Montalcini e Margherita Hack, dell’astronauta Samantha Cristoforetti, di Anna Garofalo e Rita Atria, della fotografa antimafia Letizia Battaglia, delle attrici Monica Vitti e Tina Pica, partendo dalle Costituenti.

“Il libro è nato da una collaborazione fattiva e spontanea con tante donne – che hanno fatto e fanno squadra spendendosi a titolo gratuito professionale e altre investendo in prima persona, per mandare insieme avanti il progetto educativo da donare alle nuove generazioni, sottolinea l’autrice Elena Luviso, presidente anche di A.D.E.C.O.C. (Associazione Diritti & Culture Organizzare Comunicando) -presenta tante novità. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere un pubblico intergenerazionale, per questo abbiamo pensato di inserire, come novità assoluta rispetto al trend italiano, 2 App per individuare e colmare anche i gap generazionali comunicativi. Sarà possibile visualizzare, usando tablet e smartphone! Una è stata realizzata con l’ISSIS di Pomigliano D’Arco.  L’altra divisa, voluta dalla ideatrice del gioco pedagogico divisa in sezioni: permette di avere le Carte Parlanti, per il concetto di inclusione sociale in cui le personagge leggono le carte di altre donne che hanno scritto. E’ un altro step del progetto educativo formativo, in un rush session che permetterà di avere delle realtà aumentate territoriali femminili da Nord a Sud, con ottica interdisciplinare dal 1946 ad oggi. Nel secondo, vi è la lettura degli articoli della Costituzione, commentati dall’ideatrice Elena Luviso, dalla storica Fiorenza Taricone, dalla Ministra Valeria Fedeli, Sen. Elena Marinucci, Pres. Fondazione Iotti on Livia Turco, e dall’ideatrice Elena Luviso, dalla storica Fiorenza Taricone e tante altre.

Tutte queste caratteristiche, che parlano un linguaggio moderno, non potranno che coinvolgere i ragazzi di alcune scuole campione di Torino, Firenze, Perugia, Roma, Foggia e Palermo; con i loro contributi parteciperanno a un concorso e daranno nuova linfa all’applicazione”. Le schede del libro ‘Donne in gioco 2.0 e Legalità’ saranno anche ‘parlanti’ grazie a dei QRcode, posizionati nella quarta di copertina. Giocando s’impara!



CONDIVIDI

Profilo Autore

Dols

Dols è sempre stato uno spazio per dialogare tra donne, ultimamente anche tra uomini e donne. Infatti da qualche anno alla voce delle collaboratrici si è unita anche quella degli omologhi maschi e ciò è servito e non rinchiudere le nostre conoscenze in un recinto chiuso. Quindi sotto la voce dols (la redazione di dols) troverete anche la mano e la voce degli uomini che collaborando con noi ci aiuterà a non essere autoreferenziali e ad aprire la nostra conoscenza di un mondo che è sempre più www, cioè women wide windows. I nomi delle collaboratrici e collaboratori non facenti parte della redazione sono evidenziati a fianco del titolo dell’articolo, così come il nome di colei e colui che ci ha inviato la segnalazione. La Redazione

Lascia un commento


uno + = 6