LIBERAMENTE OPEROSE

0

UNA LETTURA AL FEMMINILE DELLA COSTITUZIONE

di Luciana Lazzari

In occasione del 70º della Costituzione e del 5º anniversario della scomparsa di Teresa Mattei, l’Associazione Mittatron di Bresso (Milano) propone “Liberamente operose – Madri Costituenti”: letture sceniche, musica, dialoghi con Salvatore Genco e Daniela Tuscano.

“Abbiamo pensato di alternarci: le voci maschili leggeranno brani di donne e viceversa – spiega Adamo Miniero, regista dello spettacolo – per dimostrare che la libertà e la democrazia non hanno sesso, o meglio, sono il frutto della collaborazione di entrambi i sessi”. “Si parla sempre di padri costituenti e mai di madri – gli fa eco Daniela Tuscano, docente di lettere al De Nicola e fra i protagonisti dello spettacolo – e ancor oggi molti libri di storia ‘dimenticano’ i nomi delle 21 donne costituenti. Il discorso di Teresa Mattei, la più giovane di esse (all’epoca aveva 26 anni), ha la stessa potenza dei proclami di Gramsci, Spinelli, Gandhi, Mandela e lasciarlo nell’oblio è un crimine.

La definizione matteana ‘Liberamente operose’ riassume in modo esemplare la figura della donna nella Repubblica democratica: desiderosa di fornire il proprio apporto umano e lavorativo, senza costrizione e con entusiasmo, ma anche di veder riconosciuta la propria irripetibile dignità. Il rispetto delle donne comincia anche e soprattutto dalla scuola”. E proprio una scuola ospiterà l’inedita performance: l’Istituto superiore “Enrico De Nicola” di Sesto S. Giovanni (via St. Denis, 200), alle ore 11.10 del 26 aprile p.v.. Seguirà un approfondimento su donne e Costituzione a cura dell’avv. Luigi Lia.

madri-costituende

 

 

CONDIVIDI

Profilo Autore

Dols

Dols è sempre stato uno spazio per dialogare tra donne, ultimamente anche tra uomini e donne. Infatti da qualche anno alla voce delle collaboratrici si è unita anche quella degli omologhi maschi e ciò è servito e non rinchiudere le nostre conoscenze in un recinto chiuso. Quindi sotto la voce dols (la redazione di dols) troverete anche la mano e la voce degli uomini che collaborando con noi ci aiuterà a non essere autoreferenziali e ad aprire la nostra conoscenza di un mondo che è sempre più www, cioè women wide windows. I nomi delle collaboratrici e collaboratori non facenti parte della redazione sono evidenziati a fianco del titolo dell’articolo, così come il nome di colei e colui che ci ha inviato la segnalazione. La Redazione

Lascia un commento


− 1 = sei