LA NUOVA COSCIENZA DI ZENO

0

UOMINI SENZA RESPONSABILITA’ NEI RAPPORTI SESSUALI.

di Concetta Andaloro

Raccolgo la storia di un’amica Paola, che tempo fa ha accettato l’invito di un uomo gentile, Walter, ed ha avuto una brutta esperienza.

Iniziamo dal principio: i due si conoscono durante un viaggio in BlaBlaCar dalla Toscana a Milano. Solito scambio di cellulari, un saluto e via, l’amicizia su FB e passa il tempo. Paola e Walter restano in contatto, il tempo passa e lui, che si reca in Toscana per lavoro ogni settimana, inizia ad invitarla a passare 2 gg presso la sua struttura. Lei, chiacchierando telefonicamente, confessa la sua volontà di ritornare a vivere in Toscana.

Lui si offre di aiutarla a trovare una sistemazione lavorativa, che carino!! anzi, se vieni giù, ti faccio parlare con un amico professionista ed il mio commercialista, non si sa mai. Intanto inviami il tuo cv. Tanta gentilezza… a volte si incontrano le belle persone.

Quindi Paola accetta l’invito, partono insieme da Milano, non è stupida, sa che non è indifferente a Walter, se dovesse succedere che avventura sia.

E l’avventura c’è stata, ma Walter ha rifiutato la protezione durante il rapporto sessuale. Paola non
ha avuto i due colloqui, ma la promessa di fare qualcosa per aiutarla rimane..

Arrivano a Milano mercoledì sera, giovedì mattina Paola si sveglia con forti dolori pubici ed altri disturbi. Chiama immediatamente per una visita. la ginecologa, che ben conosce, appena la vede le dice: rapporto sessuale non protetto, vero?

Inizia la febbre alta, le analisi, le visite, le cure. In tutto questo, Walter, che era a conoscenza dell’accaduto, tentava solo di rivederla per continuare l’avventura, secondo lui, felice.

Mai, si è preoccupato di sapere se Paola avesse bisogno di qualcosa, di quanto stesse spendendo per visite, analisi e cure, mai si è proposto per un aiuto.

Paola lascia passare i giorni, si sente debole e ferita, poi lascia a Walter un messaggio in cui spiega che un uomo che causa un danno tale ad una Donna, deve assumersi le proprie responsabilità. “E’ vero, ti ho chiesto di proteggerti, hai negato adducendo di essere sano, ma così non è stato”.

Secondo voi, il tenero Walter, si è mai più fatto sentire? Che tristezza!! Considerando che Paola è in un momento di lavoro delicato, perdere 15 gg è stato pesante, lui, un benestante milanese, che dire?

Nonostante gli anni passati a fare lotte sociali ed a stilare leggi affinchè il “procurato danno fisico” diventi una responsabilità a tutti gli effetti ed un modo di vivere, per difendersi bisogna sempre e solo denunciare? Pare di si.

Eppure sarebbe semplice: le cose non sono andate come dovevano, cosa posso fare per te? Per te Donna che mi hai dato te stessa con fiducia, ed io, uomo, ho tradito con un comportamento arcaico ed insano

Donne, proteggetevi, sempre, anche se lo conoscete, il pericolo “contagio” è sempre presente.

CONDIVIDI

Profilo Autore

Dols

Dols è sempre stato uno spazio per dialogare tra donne, ultimamente anche tra uomini e donne. Infatti da qualche anno alla voce delle collaboratrici si è unita anche quella degli omologhi maschi e ciò è servito e non rinchiudere le nostre conoscenze in un recinto chiuso. Quindi sotto la voce dols (la redazione di dols) troverete anche la mano e la voce degli uomini che collaborando con noi ci aiuterà a non essere autoreferenziali e ad aprire la nostra conoscenza di un mondo che è sempre più www, cioè women wide windows. I nomi delle collaboratrici e collaboratori non facenti parte della redazione sono evidenziati a fianco del titolo dell’articolo, così come il nome di colei e colui che ci ha inviato la segnalazione. La Redazione

Lascia un commento


8 − sette =