Un tweet al quirinale

0

donna-quirinale Un tweet al quirinale: PRESIDENTE MATTARELLA, E SE INCARICASSE UNA

DONNA? #primaministra

La richiesta che stiamo portando avanti in queste ore, in occasione delle #consultazioni del Presidente #Mattarella è semplificata, perché si parla di un tweet, peraltro volutamente provocatorio.
“Non conta il genere, conta la competenza” è quello che ci stiamo sentendo ripetere da più parte in queste ore, per questo ci teniamo a precisare che, Toponomastica femminile, insieme all’hashtag #primaministra, ha lanciato anche otto proposte nominative a cui affidare il mandato.

A nostro parere, ci sono tante figure femminili qualificate e preparate da poter chiamare al ruolo, noi ne abbiamo individuate otto. Otto donne tra loro diverse, per età, collocazione geografica, percorsi politici e anche per scelta di voto all’ultimo referendum.

Otto donne che si sono distinte per la loro onestà, trasparenza, dedizione e ferma convinzione di poter rendere l’Italia un Paese migliore, giusto e accogliente.

Otto donne sicuramente capaci di sostenere la guida dell’Italia in questo momento di forte incertezza, persa tra demagogie e false promesse. Otto donne, in stretto ordine alfabetico: Rosy #Bindi, Laura #Boldrini, Emma #Bonino, Lorenza #Carlassare, Monica #Cirinnà, Lidia #Menapace, Valeria #Fedeli, Livia #Turco, emerse da segnalazioni di molte donne.

Otto donne i cui nomi, così come la loro serietà e competenza, sono conosciutissimi ma che non vengono presi in considerazione.
Perché? Perché in queste ore si parla di “tutti gli uomini del Presidente” e si ha il totale disconoscimento delle competenze politiche femminili?

Lea Melandri scrive: “L’irruzione del ‘femminile’ nella vita pubblica – inteso non solo come presenza quantitativa delle donne nel luogo da cui sono state tradizionalmente escluse, ma come protagonismo e rivalsa di tutto ciò che è stato identificato col ‘sesso debole’- non poteva non intaccare i fondamenti della politica, mettere in discussione i concetti di libertà, democrazia, uguaglianza, fraternità, diritto, ridefinire in modo meno astratto la figura del cittadino.”

Noi è questo che vogliamo fare: vogliamo intaccare i fondamenti della politica e scrivere una storia nuova. Per questo ribadiamo con forza “PRESIDENTE #MATTARELLA, E SE INCARICASSE UNA DONNA?”

Noi ne abbiamo individuate almeno otto. La spinta al cambiamento concreta, la ricerca di un futuro diverso, libero, e la competenza in politica sono caratteristiche anche femminili.

Nel contempo stiamo raccogliendo proposte nominative e candidature per incarichi ministeriali, evitando che si ripeta una parità di facciata poco incisiva e poco gratificante per la nostra vita personale e politica. Inviateci le vostre segnalazioni da aggiungere alla lista all’indirizzo email 8marzo3donne3strade@gmail.com .
In Italia sono molte le donne che spiccano per competenze, impegno e capacità relazionali.

Siamo convinte che l’utilizzo delle loro capacità sottostimate e sottoutilizzate possa diventare quel valore aggiunto che ancora manca alla crescita umana, sociale ed economica del Paese.

Per questi motivi esortiamo a dire con noi #primaministra, inviando i vostri tweet a
@PietroGrasso
@SenatoStampa
@lauraboldrini
@Montecitorio
@Quirinale

E NON CI FERMIAMO QUI.

Queste sono le cariche create dal governo Renzi.
Sulla stessa base, proponiamo un governo ombra.
Altre candidature?

Presidente del Consiglio + 5 Sottosegretarie
Valeria Fedeli, Rosy Bindi, Lorenza Carlassare, Emma Bonino, Livia Turco, Monica Cirinnà, Laura Boldrini, Lidia Menapace

Riforme Costituzionali
NON CREDO SERVA UN MINISTERO PER LE RIFORME con
Ministra + 2 Sottosegretarie
RIPRISTINIAMO PIUTTOSTO LE P.O.
Ministra
(Monica Cirinnà, Valeria Fedeli, Livia Turco), Rosanna Oliva, Isabella Orfano, Anita Sonego, Lea Melandri, Cinzia Dato

Pubblica amm.ne
Ministra + Sottosegretaria
Flavia Marzano, Milena Gabanelli, Antonella Giulia Pizzaleo

Affari regionali
Ministra + Sottosegretaria
PROPRIO NECESSARIO?

Esteri
Ministra + Viceministra + 2 Sottosegretarie
(Laura Boldrini), Cecilia Strada, Luisa Morgantini, Chiara Ingrao, Giuliana Sgrena

Interni
Ministra + Viceministra + 2 Sottosegretarie
(Emma Bonino), Giusi Nicolini, Cécile Kyenge, Simonetta Crisci

Giustizia
Ministra + 3 Sottosegretarie
(Lorenza Carlassare), Fernanda Contri, Paola Di Nicola, Anna Falcone, Sandra Bonsanti, Antonella Anselmo

Difesa
Ministra + 2 Sottosegretarie
(Rosy Bindi, Lidia Menapace), Chiara Montanari, Rita Bernardini, Catia Pellegrino

Economia
Ministra + 3 Viceministre + 2 Sottosegretarie
Loretta Napoleoni, Raffaella Sadun, M.Cecilia Guerra, Nathalie Tocci, Cinzia Alcidi, Maria Concetta Brescia Morra, Giovanna Badalassi, Marcella Corsi

Sviluppo economico
Ministra + Viceministra + 3 Sottosegretarie
Maria Grazia Filippini, Mariana Mazzucato, Caterina Bini, Veronica Guerrieri, Donatella Martini, Eleonora Forenza, Lorella Zanardo

Politiche agricole, alimentari e forestali
Ministra + Viceministra + Sottosegretaria
Gabriella Poli, Adriana Bucco, Rossana Zambelli, Rosalba Laudiero Giugni

Ambiente
Ministra + 2 Sottosegretarie
Rossella Muroni, Monica Frassoni, Marica Di Pierri, Matilde Casa, Lilli Pruna

Trasporti
Ministra + Viceministra + 2 Sottosegretarie
Amalia Ercoli Finzi, Anna Donati, Stefania Di Serio, Nicoletta Dosio

Lavoro e politiche sociali
Ministra + 3 Sottosegretarie
Linda Laura Sabbadini, Irene Giacobbe, Gemma Azuni, Nadia Urbinati, Ida Dominijanni, Eleonora Artesio, Pia Locatelli, Chiara Saraceno

Istruzione
Ministra – 3 Sottosegretarie
Elisabetta Strickland, Cecilia Robustelli, Marina Boscaino, Marcella Raiola, Roberta Pinelli, Silvia Chimienti, Samantha Cristoforetti, Graziella Priulla, Fabiola Gianotti

Cultura e turismo
Ministra + 3 Sottosegretarie
Simonetta Buttò – Flavia Barca, Michela Murgia, Francesca Brezzi, Iaia Pedemonte, Eleonora Martini, Rita Borioni

Salute
Ministra + Sottosegretaria
Elena Cattaneo, Nerina Dirindin, Vittoria Doretti, Elisa Manacorda, Ileana Argentin, Liliana Zaccarelli

CONDIVIDI

Profilo Autore

Dols

Dols è sempre stato uno spazio per dialogare tra donne, ultimamente anche tra uomini e donne. Infatti da qualche anno alla voce delle collaboratrici si è unita anche quella degli omologhi maschi e ciò è servito e non rinchiudere le nostre conoscenze in un recinto chiuso. Quindi sotto la voce dols (la redazione di dols) troverete anche la mano e la voce degli uomini che collaborando con noi ci aiuterà a non essere autoreferenziali e ad aprire la nostra conoscenza di un mondo che è sempre più www, cioè women wide windows. I nomi delle collaboratrici e collaboratori non facenti parte della redazione sono evidenziati a fianco del titolo dell’articolo, così come il nome di colei e colui che ci ha inviato la segnalazione. La Redazione

Lascia un commento


6 − = tre