Accendi l’Azzurro… e aiuta un bambino

0

Il 21 e il 22 novembre, più di mille piazze italiane si accendono di Azzurro

In occasione della giornata per i diritti dell’infanzia che si celebra il 20 novembre, grazie alle “Casette di luce” di Telefono Azzurro si potrà offrire il proprio contributo per potenziare le linee di ascolto e di aiuto del numero 1.96.96.

telefono azzurroSimbolo della speranza per i minori che subiscono abusi (“Anche nei momenti più bui, per un bambino c’è la luce di Telefono Azzurro”, recita la campagna dell’iniziativa), le Casette di luce rappresentano idealmente il calore di un focolare domestico sereno e la vicinanza degli operatori dell’associazione, che dal 1987 si impegnano per aiutare i bambini vittime di violenze fisiche e psicologiche, i minori abbandonati e stranieri, gli adolescenti e le famiglie in difficoltà.

A fare da collegamento tra il disagio dell’infanzia e la possibilità di una vita migliore è il numero verde 1.96.96, disponibile 24 ore/24 per 365 giorni all’anno; ma anche il sito web www.azzurro.it, che offre una chat di sostegno attiva tutti i giorni (dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 22; il sabato e la domenica dalle ore 8 alle 20).

Nel 2014, gli operatori di Telefono Azzurro hanno ricevuto 60.000 chiamate (una ogni otto minuti circa) e gestito 6626 casi attraverso i canali del Centro Nazionale di Ascolto Telefonico. Grazie alla recente modernizzazione delle linee, hanno ottenuto contatti più rapidi, nei casi di emergenza, con il 114 e con le forze dell’ordine, i tribunali, il 118. La razionalizzazione del servizio non ha riguardato soltanto gli aspetti tecnologici, ma anche la formazione degli operatori, che oggi − grazie a una convenzione stipulata con il MIUR − dispongono di nuove linee guida per affrontare con maggiore competenza i casi di cyberbullismo e bullismo scolastico, che attualmente colpiscono più di un ragazzo su dieci.

Sostenuti dal mondo dello spettacolo (testimonial dell’iniziativa delle Casette di luce sono l’attore e regista Sergio Castellitto e il cantante e conduttore televisivo Francesco Facchinetti), i volontari di Telefono Azzurro continuano ad aiutare i minori anche grazie alla tecnologia: nel 2013 sono state attivate le app dei Servizi di Emergenza 114 e 116.000 (quest’ultimo dedicato ai bambini scomparsi) e i canali di social networking, mentre nel 2014 sono nate le app del Servizio di Ascolto 1.96.96 e di “Stop bashing”.

Telefono Azzurro non è più soltanto una linea telefonica, ma un insieme di iniziative integrate. E continua ad aver bisogno di noi.

Per informazioni, e per scoprire le piazze che ospitano l’evento: http://accendilazzurro.it/http://www.azzurro.it/it – tel. 800-090335

CONDIVIDI

Profilo Autore

Chiara Santoianni

Chiara Santoianni, scrittrice, giornalista, counselor e docente, pubblica dal 1984 e ha collaborato a numerosi quotidiani e periodici italiani. È autrice del saggio Popular music e comunicazioni di massa (ESI, 1993), del manuale Sicurezza informatica a 360° (Edizioni Master, 2003), del libro per ragazzi Preso nella Rete (Sesat Edizioni, 2012). Ha scritto inoltre il romanzo umoristico Il lavoro più (in)adatto a una donna (Cento Autori, 2011) e i romanzi di chick lit Il diario di Lara (ARPANet, 2009), Provaci ancora, Lara! (ARPANet, 2012) − vincitori delle edizioni 2008 e 2012 del concorso ChickCult −, Cocktail di cuori e Missione a Manhattan (Cento Autori, 2015 e 2016). È autrice e curatrice della raccolta di racconti di chick lit Volevo fare la casalinga (e invece sono una donna in carriera) (Albus 2012) e, dal 2015, della collana di Cento Autori "A cuor leggero". Inoltre, è autrice delle guide turistiche Enogastronomia, Turismo Balneare, Turismo Giovanile, Turismo Enogastronomico (Electa Napoli, 2004-2006); co-autrice delle guide di viaggio Pacific Coast (Edimar, 1999) e Napoli. Costa e isole (De Agostini, 2002). Suoi racconti sono contenuti nei volumi collettivi Lavoro in corso (Albus Edizioni, 2008), Timing semiserio per un matrimonio quasi perfetto (ARPANet, 2011), Non proprio così (Giulio Perrone, 2011), ManifestAmi (2013). Ha scritto per anni la rubrica Numerando per la rivista d’informatica “Internet Magazine”. Ha inoltre ideato e realizzato il sito web Chiara’s Angels − finalista al Premio DonnaèWeb e all’Italian eContent Award 2006 − e il blog di recensioni librarie Spazio Autrici. La sua passione, oltre alla scrittura, è la tecnologia in tutte le sue forme.

Lascia un commento


quattro + = 9